Sanità, al Maggiore il reparto di Gastroenterologia si fa più tecnologico

All'ospedale di Novara arriva infatti la nuova tecnologia Spyglass, che consente di individuare con estrema precisione eventuali patologie e di intervenire su calcoli prima non trattabili

Da alcune settimane presso la struttura complessa di Gastroenterologia dell’ospedale Maggiore di Novara è disponibile la nuova tecnologia Spyglass, che offre una visione in alta definizione dei dotti biliari e pancreatici consentendo di individuare con estrema precisione eventuali patologie e di intervenire su calcoli prima non trattabili. Un'innovazione per l'azienda ospedaliero-universitaria e un grande vantaggio per i pazienti.

Nel nuovo sistema di visualizzazione Spyglass il componente innovativo è una sonda di circa 3 mm che passa all’interno di uno strumento endoscopico e attraverso questo direttamente nei dotti biliari e nel dotto pancreatico. In questa sonda è possibile anche il passaggio di micropinze per prelievi bioptici o di una fibra laser per quei trattamenti di calcoli prima non consentiti.

La scorsa settimana, presso la Gastroenterologia, è stato eseguito il primo trattamento con laser attraverso Spyglass che ha risolto il caso di una giovane paziente con calcolosi "difficile" del coledoco: in passato sarebbe stato necessario un complesso intervento chirurgico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Spyglass - spiega il dottor Pietro Occhipinti, direttore della struttura di Gastroenterologia - è un nuovo sistema ad altissimo contenuto tecnologico, presente in pochissimi centri in Italia, che ci aiuterà nella diagnosi corretta e nel trattamento delle patologie bilio-pancreatiche che rappresentano un’eccellenza per la nostra azienda e per tutta l’area sovrazonale di cui siamo il centro di riferimento. Essendo una procedura molto 'giovane' e altamente tecnologica, le potenzialità devono essere ancora ulteriormente valutate attraverso la sua utilizzazione clinica. In quest'ottica stiamo raccogliendo i casi in un registro nazionale in collaborazione con altri centri endoscopici di eccellenza italiani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Novara, le mascherine gratuite si ritirano in farmacia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

Torna su
NovaraToday è in caricamento