Violenza sulle donne: arrivano le panchine rosse in ricordo delle vittime

Dopo la polemica scatenata da Salvini, sono state inaugurate ieri nel parco tra via Borsi e via Prestinari le panchine rosse. Frasi celebri di importanti personaggi storici, realizzate dai ragazzi della scuola media Bellini

L'area verde tra via Borsi e via Prestinari è divenuta il simbolo del contrasto alla violenza sulle donne. Ieri infatti sono state inaugurate le panchine rosse, realizzate dagli studenti dei laboratori artistici della scuola secondaria Contessa Tornielli Bellini, che riportano frasi e pensieri di illustri personaggi. 

Dopo la polemica torinese, che ha visto il segretario della Lega Matteo Salvini dire che "Sulle panchine si siedono solo papponi. Servono asili e meno immigrati per aiutare le donne", Novara ha risposto con l'intitolazione del parco proprio alle donne vittime di violenze. 

L'iniziativa è stata promossa da Aied Novara, dalla Fondazione Lucrezia Tangorra e da Liberazione e Speranza, con la collaborazione del comune di Novara e della scuola Bellini.

"Questo è un esempio - dichiarato la senatrice Elena Ferrara - di come attraverso la creatività sia possibile veicolare alla propria comunità i temi del contrasto e della prevenzione alla violenza di genere tramite le attività scolastiche, previste dalla Legge 107 per l'educazione all'affettività".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento