Coccia: l'Aida di Verdi inaugura la stagione, e il teatro novarese va su Sky

Venerdì la prima dell'opera lirica che apre il cartellone degli spettacoli di questa nuova stagione. Lo spettacolo sarà trasmesso in Tv la vigilia di Natale grazie a un nuovo progetto di realtà virtuale

Si apre con l'Aida di Giuseppe Verdi la stagione 2016/2017 del Teatro Coccia di Novara, la quinta firmata dalla direzione artistica di Renata Rapetti. Cuore e missione del teatro novarese, unico di tradizione in Piemonte, è la produzione dell’opera lirica: venerdì 7 ottobre (con due repliche: domenica 9 e martedì 11) va in scena il capolavoro verdiano. 

La produzione, frutto di collaborazioni artistiche di eccellenza in Italia e nel mondo, come il Teatro alla Scala e l’Arena di Verona, è pensata anche per coinvolgere un pubblico ampio ed eterogeneo, a partire dai giovani. Lo spettacolo è stato infatti pensato anche per la fruizione di un pubblico televisivo: "Aida" dal Teatro Coccia di Novara sarà ripresa dalle telecamere di Classica Hd e poi trasmessa in esclusiva sulla piattaforma Sky (canale 138) sabato 24 dicembre in prima serata alle ore 21.10, grazie a un nuovo progetto di realtà virtuale applicato all’opera lirica, con riprese a 360° che consentiranno allo spettatore di scegliere personalmente il proprio punto di interesse sulla scena, ricercando la propria inquadratura. La produzione televisiva sarà curata dal regista Amerigo Daveri e potrà contare su ben 8 punti di ripresa in alta definizione.

Un nuovo progetto per il teatro novarese che persegue il compito di avvicinare, attraverso progetti di formazione, nuovo pubblico al mondo della lirica, e che sperimenta con nuove proposte, collegandole affinché tutti i progetti possano essere seguiti da varie angolazioni e non fini a se stessi, ma in grado di accompagnare il pubblico attraverso un excursus culturale che porta alla massima comprensione della proposta e al desiderio di frequentazione.

La regia è di Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, entrambi nuovi per il ruolo, ma non nel settore: Paolo Gavazzeni è dal 2012 direttore artistico della Fondazione Arena di Verona, Piero Maranghi è dal 2004 amministratore delegato e direttore di Classica Italia, società facente parte del Network internazionale Classica, che gestisce il canale tv Classica Hd, dedicato alla musica classica e all’opera lirica.

La direzione d’orchestra è di Matteo Beltrami che lo scorso maggio ha festeggiato i suoi primi 20 anni di carriera. Negli ultimi anni della programmazione lirica del Teatro Coccia ha diretto "Norma", "Turandot" e "Il Viaggio a Reims". Beltrami riprende quest'anno l’importante lavoro di formazione iniziato l’anno scorso con "Il Viaggio a Reims" con l’Orchestra del Conservatorio Cantelli di Novara. Così come accadde con l’opera rossiniana, i giovani studenti del Conservatorio hanno lavorato nel corso dell’anno accademico per prepararsi alla grande prova d’orchestra che li vedrà protagonisti della più celebre opera verdiana, affiancati naturalmente da insegnanti professionisti.  

La produzione è sostenuta da Fondazione Crt-Cassa di Risparmio di Torino. La stagione 2016/2017 del Coccia è realizzata con il contributo di Comune di Novara, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Piemonte, Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Banca Popolare di Novara, Gruppo DeAgostini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borgolavezzaro, 49enne trovato morto in casa: ipotesi suicidio

  • Bellinzago, trovata morta in casa da oltre dieci giorni: 20 cani senza cibo e cure

  • Incidente a Novara, schianto alla rotonda del Cim: auto finisce contro un palo

  • Novara, intossicata dal monossido di carbonio in casa: salvata grazie al rilevatore portatile dei soccorritori

  • Villadossola, cade in un canale in bicicletta e muore

  • Marano Ticino, aggrediti da un cane in strada: il padrone scappa senza prestare aiuto

Torna su
NovaraToday è in caricamento