Rave party a Pombia: un arresto, 9 denunce e 112 identificati alla festa non autorizzata

Oltre 400 giovani si sono riuniti nella notte tra sabato e domenica in uno stabilimento abbandonato in località San Giorgio

Immagine di repertorio

Un arresto, 9 denunce e 112 persone identificate: è questo il bilancio dell'operazione dei carabinieri che sono intervenuti a Pombia al rave party non autorizzato.

Nella notte tra sabato 4 e domenica 5 oltre 400 giovani, provenienti da diverse zone del nord Italia, si sono radunati in uno stabilimento industriale abbandonato in località San Giorgio. I carabinieri delle stazioni di Castelletto Ticino, Gozzano, Gattico e Oleggio sono intervenuti e hanno impedito che giungessero altri partecipanti al rave. La festa è preseguita fino al pomeriggio di domenica, con i militari che sorvegliavano l'area.

I militari hanno anche proceduto a controllare i giovani: tra di loro uno, un 23enne di Torino, è stato arrestato per possesso di diverse dosi di cocaina, ketamina, hashish e marijuana. Altre quattro persone sono state denunciate per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, mentre cinque sono state segnalate alla Prefettura per possesso di modici quantitativi di droga. In totale sono 112 i partecipanti al rave indentificati: la loro posizione è al vaglio delle forze dell'ordine. 

Potrebbe interessarti

  • Aperitivo a Novara: 6 locali da non perdere

  • Ospedale Maggiore, ostetricia e ginecologia al vertice della classifica regionale

  • Borgomanero, Mauro Porta nuovo primario di Ortopedia e Traumatologia

  • L'Ordine dei medici contro la "fuga" all'estero dei giovani dottori

I più letti della settimana

  • Piscine a Novara: tutte le tariffe e gli orari dell'estate 2019

  • Ritrovato a Galliate il geometra scomparso da lunedì: sta bene

  • Incidente a Novara: si ribalta in pieno centro a Pernate

  • Geometra scomparso a Bellinzago: l'appello della famiglia

  • Ghemme, punto da un insetto: tenta di salvarsi ma muore il giorno dopo

  • Borgomanero, azienda evade oltre un milione di euro: scoperti anche 15 lavoratori in nero

Torna su
NovaraToday è in caricamento