Novara, giro di vite sulle slot machine

Orari ridotti e controlli più severi nei locali, come è stato chiesto da Luca Zacchero, consigliere del Movimento 5 stelle

Sono sempre di più le persone colpite da ludopatia, la dipendenza dal gioco d'azzardo: per questo il sindaco Ballarè ha assicurato che il comune farà tutto il possibile per limitare l'utilizzo delle slot machine.

La discussione in consiglio comunale è stata portata avanti grazie ad un'interrogazione del consigliere pentastellato Luca Zacchero, che chiedeva che fossero applicate le regole "promesse" dall'amministrazione a seguito di una mozione di quasi due anni fa, sempre presentata da Zacchero.

Così il sindaco ha risposto che a breve arriverà l'oridinanza: orari ridotti e divieto di installare videolottery nei locali comunali concessi in gestione a terzi. 

Così le macchinette mangiasoldi saranno accese solo al mattino, mentre i giovani e giovanissimi, che sempre più spesso sono colpiti da ludopatie, sono a scuola. Durante il resto della giornata le slot saranno spente, almeno fino al tardo pomeriggio-sera (gli orari effettivi non sono ancora stati precisati) quando comunque non dovrebbero esserci minori in circolazione.

Per ora si tratta solo di un piccolo passo, che però potrebbe produrre effetti benefici, soprattutto se si considera che le ludopatie sono in continua crescita, in particolare tra ragazzi e bambini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave incidente a Oleggio: auto precipita dalla statale

  • Trecate, donna di 37 anni trovata morta in casa: è omicidio

  • Novara, in corso della Vittoria apre un nuovo supermercato vicino a Esselunga

  • Novara, a Sant'Agabio nascerà un nuovo polo logistico con 400 posti di lavoro

  • Camion perde il carico sull'A26, auto bloccate con le gomme a terra e autostrada chiusa

  • Omicidio di Trecate: fermato il compagno che si difende: “Siamo stati aggrediti in casa”

Torna su
NovaraToday è in caricamento