Romagnano: isolone sul Sesia, "Non ci fermeremo alla risposta dell'Aipo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

"Non ci tranquillizza la risposta dell’Aipo in merito al rischio di esondazioni tra Romagnano e Prato a causa del cosiddetto 'isolone'. Per noi il  pericolo c’è ed è evidente".

E’ chiaro il sindaco di Romagnano Sesia Cristina Baraggioni, ma la risposta dell’Agenzia interregionale del fiume Po non lascia dubbi sulla possibilità di asportare materiale dall’alveo del Sesia. L'Aipo, massima autorità competente in materia, si è espressa nei giorni scorsi rispondendo alla lettere inviata a maggio dai sindaci di Romagnano e Prato.

"In sostanza - aggiunge Baraggioni -  sostiene che la situazione del cosiddetto 'isolone' non desta preoccupazioni. Tuttavia il problema resta. Aipo ha accordato la possibilità di estrarre solo 10mila metri di materiale dopo il via libera da parte della stessa agenzia. Un quantitativo irrisorio. Stando a loro la situazione sarebbe simile a quella del 2003, ma è da diverso tempo che segnaliamo il rischio. Anche i cittadini più volte hanno evidenziato criticità. La nostra amministrazione, insieme a quella di Prato, non si fermerà. Nei prossimi giorni avremo un incontro con il Prefetto e se sarà necessario  ci rivolgeremo al Ministero".

Torna su
NovaraToday è in caricamento