Rivoluzione del Piemonte Orientale: nuovo incontro a Vercelli

Va avanti il processo avviato due mesi fa dal sindaco di Novara Andrea Ballarè. Al centro del confronto del "Quadrante": Expo 2015

I 4 sindaci durante l'incontro dello scorso luglio a Novara

E' in programma per domani, venerdì 18 settembre, a Vercelli la seconda tappa del cammino di costruzione della rete delle città del Piemonte Orientale.

Presso la sede del municipio della vicina città del riso si sono quindi dati appuntamento i sindaci di Vercelli, appunto, Novara, Biella e Verbania, rispettivamente: Maura Forte, Andrea Ballarè, Marco Cavicchioli e Silvia Marchionini. L’iniziativa, partita nello scorso luglio su iniziativa del sindaco di Novara Andrea Ballarè, prende sempre più corpo e affronta i temi concreti che sono nell’agenda delle amministrazioni comunali. Al centro del confronto di domani: il tema della collaborazione tra i territori in tema di cultura e, soprattutto, di Expo 2015. E proprio nella collaborazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla riunione sarà presente anche l’assessore regionale alla cultura Antonella Parigi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

  • Verbania, pestano selvaggiamente due commercianti che li hanno rimproverati: arrestati tre giovani

  • Auto si ribalta sui binari ad un passaggio a livello nel novarese: sfiorato l'incidente ferroviario

  • Coronavirus, arriva il 12 luglio a Novara il laboratorio mobile per i test sierologici

  • Scontro tra un camion e un treno merci sui binari della Domodossola-Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento