Castelletto Ticino, sequestrata un'area di cava di 2 ettari

I carabinieri forestali hanno rilevato la mancanza delle autorizzazioni e rifiuti non consentiti

Il sequestro

Sequestrata un'area di cava di oltre due ettari a Castelletto Ticino.

I carabinieri forestali di Oleggio, nel corso di un controllo in collaborazione con Arpa, hanno sequestrato l'area e il provvedimento è stato convalidato dal gip. Dal sopralluogo è emerso che erano in corso attività in assenza di autorizzazione edilizia ed in violazione all’autorizzazione paesaggistica, che peraltro era scaduta già da settembre. L’area, infatti, ricade in un ambito territoriale sottoposto a tutela ambientale.

Sono stati trovati ingenti quantitativi di rifiuti da demolizione edilizia frammisti a terre, privi di tracciabilità di origine, ed è stata rilevata anche la presenza di rifiuti combusti (lignei e plastici), insieme ad altri rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ulteriori indagini sono per quantificare i rifiuti presenti nella cava e per stabilire un'eventuale pericolosità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento