Briga Novarese, sigilli ad una ditta di pulitura metalli

Operazione congiunta di carabinieri, forestale e ispettorato del lavoro

Foto di archivio

Sequestrata una ditta di pulitura metalli a Briga Novarese. I sigilli sono stati apposti lo scorso 27 settembre al termine di un'operazione congiunta svolta dai militari della stazione carabinieri forestale di Gozzano e Nebbiuno, unitamente ai militari della stazione territoriale dei carabinieri di Gozzano e dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Novara, che hanno sottoposto a controllo l'impianto produttivo.

Nel corso dell’accertamento è emerso che l’impianto soggetto al controllo risultava del tutto privo di autorizzazione sia al deposito e gestione dei rifiuti, sia alle immissioni in atmosfera dei fumi di produzione. Per questi fatti, il titolare è stato segnalato all’autorità giudiziaria e l’impianto sottoposto a sequestro preventivo.

Non solo, dai controlli del Nucleo ispettorato del lavoro, è emerso che nella ditta erano presenti tre lavoratori (su cinque in totale) totalmente in nero. Per questo motivo, è stata l'attività imprenditoriale è stata sospesa, essendo stato rilevato all’atto del controllo un numero di lavoratori in nero superiore alla soglia del 20% dei presenti sul luogo di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sequestro è stato convalidato dal Gip di Novara nella giornata di venerdì 05 ottobre. Dall’inizio dell’anno si tratta del quarto caso di azienda di pulitura metalli sottoposta a sequestro per violazione alle normative ambientali. L’attività di controllo rientra in un più ampio programma di controlli congiunti su imprese di pulitura metalli, svolti con il Nucleo ispettorato del lavoro dei carabinieri e la compagnia di Arona. I controlli sono finalizzati alla prevenzione e contrasto delle attività illecite nel settore ed a protezione di un contesto ambientale, come quello dell’alto novarese e del Lago d’Orta, di alto pregio paesaggistico e naturalistico. Già dall’inizio dell’anno, è stata infatti avviata un’intensa campagna di controlli finalizzata a contrastare gli illeciti sversamenti di rifiuti liquidi nel Lago d’Orta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Coronavirus, pronta una nuova ordinanza in Piemonte: niente più distanziamento sociale sui mezzi pubblici

  • Batterio pericoloso: ritirato lotto di salmone prodotto a Borgolavezzaro

Torna su
NovaraToday è in caricamento