Controlli della Finanza all'outlet di Vicolungo: sequestrati giocattoli e prodotti per bambini

I prodotti non avevano il marchio CE, il fascicolo tecnico ed era impossibile ricostruirne la filiera produttiva

La Guardia di Finanza di Torino ha sequestrato nei giorni scorsi oltre 80mila articoli destinati ai bambini, tra questi giocattoli e materiale didattico-educativo, in diversi negozi in tutta Italia. Tra questi, anche i negozi dell'outlet di Vicolungo.

I prodotti sequestrati non avevano il marchio CE, il fascicolo tecnico ed era impossibile ricostruirne la filiera produttiva. Il provvedimento di perquisizione, che ha portato al sequestro dei prodotti, è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Torino.

"L’assenza dell’indicazione di un importatore o mandatario con sede all’interno della Comunità Europea - fanno sapere dalle Fiamme Gialle - comporta l’impossibilità di ricostruire la filiera di approvvigionamento della merce ed, in ultimo, di verificare che il produttore abbia predisposto la documentazione tecnica comprovante la conformità del prodotto stesso con le normative armonizzate comunitarie e nazionali".

L’intervento dei finanzieri torinesi è stato finalizzato, oltre che alla dismissione dal commercio di prodotti potenzialmente insicuri e pericolosi, anche alla tutela della libera concorrenza. Le numerose irregolarità riscontrate, dalla frode in commercio alla falsa indicazione di origine dei prodotti, fino alla sicurezza dei giocattoli, hanno consentito il sequestro e la denuncia a piede libero di un responsabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento