Rapina in villa a Lesa: sequestrati e cosparsi di benzina da un banda armata

Paura per un'imprenditrice e il suo dipendente: i rapinatori hanno minacciato di dare loro fuoco se non avessero consegnato i soldi

Erano in quattro, a volto coperto e armati di pistola, i rapinatori che hanno sequestrato e minacciato un'imprenditrice e un suo dipendente a Solcio di Lesa.

L'assalto

La donna stava rientrando a casa, accompagnata dal suo dipendente, quando sulla porta della villa i malviventi li hanno minacciati con la pistola e costretti ad entrare. Una volta all'interno hanno cosparso di benzina il collaboratore e hanno minacciato di dargli fuoco se non avessero ricevuto tutti i contanti che erano in casa. Dopo il furto di circa 10mila euro si sono dileguati in pochi minuti, facendo perdere le proprie tracce.

Le indagini

Una volta liberati i due hanno lanciato l'allarme: sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri di Lesa e di Arona, che hanno poi allertato il nucleo investigativo di Novara per i rilievi. L'episodio, accaduto lo scorso 23 dicembre, era stato tenuto inizialmente nascosto dagli investigatori, ma le voci hanno iniziato a girare in paese nelle ultime settimane. Sembra che si trattasse di almeno quattro uomini, con accento dell'Est Europa e molto ben organizzati. Le indagini proseguono per risalire agli autori della violenta rapina. 

Potrebbe interessarti

  • Asl di Novara, arriva l'app per prenotare le visite on line

  • Le acconciature giuste in base alla forma del viso

  • I benefici del magnesio

  • Come pulire il box doccia

I più letti della settimana

  • Incidente a Romentino | Auto prende fuoco in officina: due persone gravemente ustionate

  • Colpo da 20mila euro in banca, poi lo shopping a Novara: arrestato 21enne

  • Incidente sul lavoro a Malpensa, morto un operaio di 49 anni

  • Attenzione al cellulare alla guida: arrivano anche a Novara gli agenti in moto in borghese

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 15 e 16 giugno

  • Novara, vandali in azione: distrutte auto e parchi pubblici

Torna su
NovaraToday è in caricamento