Settimana del pronto soccorso: medici e infermieri incontrano i cittadini

Arriva anche a Novara l'iniziativa organizzata dalla Società italiana di medicina d'emergenza e urgenza (Simeu) e l'Associazione cittadinanza attiva. Due gli incontri previsti: uno in ospedale e uno in piazza

Arriva anche a Novara la "Settimana del pronto soccorso", iniziativa che ha come scopo quello di illustrare ai cittadini quelle che sono le attività assistenziali, di ricerca e di didattica che vengono svolte quotidianamente nel pronto soccorso.

Il Pronto Soccorso rappresenta un servizio essenziale nell’ambito del sistema sanitario e il personale che vi lavora deve sapere rispondere ai bisogni più disparati della popolazione. Inoltre, come accade in quasi tutte le città del mondo, la richiesta di prestazioni è costantemente superiore rispetto alle capacità di erogazione del servizio e questo determina il sovraffollamento della struttura.

Il sovraffollamento causa lunghe attese per i pazienti, ritmi di lavoro caotici per infermieri e medici, contemporanea gestione di decine di pazienti; in definitiva, crea confusione che spesso porta a tensioni, difficoltà nella comunicazione e, talvolta, contenziosi.

Da alcuni anni, grazie alla collaborazione tra la Società italiana di medicina d’emergenza e urgenza (Simeu) e l’Associazione cittadinanza attiva, vengono organizzate iniziative di dialogo tra gli operatori sanitari dell’emergenza-urgenza e i cittadini. Le manifestazioni rivolte ai cittadini per far conoscere meglio il pronto soccorso sono solitamente raggruppate in una settimana di maggio, denominata appunto la "Settimana del oronto soccorso".

La "Settimana del pronto soccorso" quest’anno si svolge dal 21 al 29 maggio ed è dedicata al tema dell’anziano fragile ultra ottantenne.

Anche i medici e gli infermieri della struttura complessa Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza dell'ospedale Maggiore, diretta dal professor Gian Carlo Avanzi, hanno aderito all’iniziativa organizzando un breve convegno e un’incontro in piazza.

Venerdì 27 maggio alle ore 18 nell’aula magna del Maggiore avrà luogo un convegno a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare. Dopo una breve introduzione del professor Gian Carlo Avanzi, per presentare l’attuale attività del pronto soccorso di Novara e i progetti futuri, un infermiere con esperienza pluriennale spiegherà il percorso clinico seguito dai pazienti all'interno del pronto soccorso. Si partirà dai criteri in base ai quali viene stabilita la gravità di un quadro clinico e, di conseguenza, il livello di priorità che deve essere attribuito alla presa in carico e al trattamento di una determinata condizione acuta.

Sabato 28 maggio, invece, sarà allestito un piccolo stand in piazza Martiri dalle ore 16 alle 19 dove i medici, gli specializzandi e gli infermieri del pronto soccorso presenti illustreranno le attività di assistenza, di formazione e di ricerca scientifica che vengono svolte e risponderanno alle domande dei cittadini. Verrà inoltre data la possibilità agli interessati di misurare i parametri vitali e, attraverso la compilazione di un breve e semplice questionario, sarà valutato il rischio cardiovascolare e consegnato un opuscolo informativo con consigli per uno stile di vita corretto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • Blocco del traffico a Novara, facciamo chiarezza: chi può circolare e chi no

  • I 5 migliori ristoranti sul Lago d'Orta

  • Fontaneto D'Agogna, muore stroncato da un infarto mentre fa jogging

  • Inquinamento a Novara: scatta il blocco del traffico, stop ai diesel Euro 4

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

Torna su
NovaraToday è in caricamento