Tabaccai e baristi vincono il ricorso: sospesa l'ordinanza sugli orari delle slot machine

Il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta di alcuni commercianti novaresi. Bloccata l'ordinanza "Ballarè" sulle macchinette

A febbraio il Comune di Novara aveva emesso un'ordinanza che limitava gli orari delle slot machine nei locali pubblici, di fatto anticipando e ampliando quella che sarebbe poi stata la norma regionale.

Ora è arrivato il momento dei baristi e tabaccai che hanno presentato ricorso al Consiglio di Stato, come avevano già annunciato. Il Consiglio di Stato ha accettato il ricorso e ha sospeso temporaneamente l'ordinanza. 

Fortemente voluto dalla giunta Ballarè, in particolare dall'allora assessore al commercio Sara Paladini, il provvedimento prevedeva che l'accensione delle slot avvenisse solo dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 24 sia nei locali che nelle sale giochi. "L'ordinanza non vuole colpire tabaccai e baristi - aveva spiegato Paladini - ma serve a tutelare le fasce più deboli della popolazione, in particolare gli adolescenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercatone Uno: asta per i prodotti rimasti nei negozi, come funziona e dove fare l'offerta

  • Guida Michelin: 5 i ristoranti stellati nel novarese, 3 nel Vco

  • Polo logistico di Trecate: aperte cinque nuove posizioni lavoratorive

  • Borgomanero, beffati dall'agenzia di viaggi: prenotano e pagano una vacanza in Cina, ma viene annullata

  • Meteo, grandinata fuori stagione: strade imbiancate e forti temporali nel novarese

  • Incidente a San Nazzaro, schianto fra due auto: tre feriti, uno grave

Torna su
NovaraToday è in caricamento