Gli studenti dell'Antonelli tra i migliori d'Europa al Sci-Tech Challenge

Il team di ragazzi del liceo novarese ha conquistato il secondo posto nella competizione internazionale

I ragazzi dell'Antonelli che sono arrivati secondi nella prestigiosa manifestazione internazionale dedicata alla scienza

Grande soddisfazione per gli studenti del liceo scientifico Antonelli di Novara che hanno partecipato alla Sci-Tech Challenge, organizzata da JA Europe e dal Gruppo ExxonMobil con lo scopo di ispirare i giovani a intraprendere studi e percorsi professionali nell’area STEM (acronimo inglese di Science, Technology, Engineering and Mathematics).

La finale dell’edizione 2016-2017 si è tenuta a Bruxelles il 10 maggio: il tema su cui si sono sfidati gli studenti quest’anno è stato quello della mobilità a basse emissioni. Tra i tre migliori team, quello belga, quello francese e quello italiano, selezionati quest’anno per sfidarsi nell’evento finale, ad aggiudicarsi la vittoria è stato quello degli studenti francesi. Ottimo risultato per il team italiano del liceo Antonelli di Novara, che si è aggiudicato il secondo posto ricevendo le congratulazioni della giuria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Premosello Chiovenda: muore chef di Gravellona Toce

  • Sport

    Cuneo Novara 0-0: Azzurri ancora deludenti

  • Cronaca

    San Pietro Mosezzo: uomo muore sul posto di lavoro

  • Cronaca

    Fermato in Friuli autista di macchinari rubati da un'azienda novarese

I più letti della settimana

  • Tragedia a Vercelli, bambina di 12 anni muore nel sonno

  • Movida violenta a Novara, feroce aggressione fuori dalla discoteca Ryan's

  • Le Iene a Novara: nel mirino della trasmissione il nuovo regolamento di polizia urbana

  • San Pietro Mosezzo: uomo muore sul posto di lavoro

  • Cosa fare in città: tutti gli appuntamenti del fine settimana del 17 e 18 novembre

  • Tragico investimento sui binari, due fratelli travolti dal treno: uno è morto, l'altro è gravissimo

Torna su
NovaraToday è in caricamento