Romagnano: tragedia di Linate, "Delusi, mai rassegnati"

Anche l’amministrazione di Romagnano con il sindaco Cristina Baraggioni all’anniversario della tragedia di Linate.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

"Siamo delusi da questa politica fallimentare del trasporto aereo, rivolta più al profitto che alla sicurezza dei passeggeri. Siamo delusi dalla rimozione di persone esperte e capaci e dall’inserimento tout court di personale proveniente da tutt’altro campo lavorativo. Ma siamo ancor più fortemente delusi dal degrado dell’aviazione italiana prodotto da coloro che, avendone la responsabilità, consentono tutto questo senza porvi rimedio".

A 13 anni dalla tragedia aerea di Linate che causò 118 vittime, il presidente della Fondazione 8 Ottobre, Paolo Pettinaroli, denuncia apertamente le criticità della sicurezza del trasporto aereo italiano. Solamente nel 2013 si sono registrati oltre 200 mancati incidenti per incursioni accidentali in pista.

"Dopo il disastro di Linate scoprimmo che tale eventualità era stata ritenuta dagli esperti molto prevedibile a causa di deficienze tecniche e di incurie, peraltro facilmente rimediabili, ma alle quali nessuno seppe o volle provvedere", dichiara Pettinaroli. "Da allora poco o nulla è cambiato, ma noi non vogliamo rassegnarci a questo insopportabile modus vivendi".

Per fornire un apporto concreto alla sicurezza dei voli, i parenti delle 118 vittime - la metà straniere - all’indomani dell’incidente di Linate costituirono la Fondazione 8 ottobre 2001 "per non dimenticare". La Fondazione, che ha sede a Milano, in pochi anni ha riunito autorevoli esperti mondiali di sicurezza, tutti rigorosamente volontari, ed è seguita con attenzione e consultata da numerose  Authority aeronautiche internazionali.

Nella ricorrenza dell’anniversario di Linate, l’Enac ha emesso la "Carta per i diritti delle vittime degli incidenti aerei", un protocollo scaturito dalla collaborazione con la Fondazione 8 Ottobre, e che è stato già recepito dall’Icao, l’Organizzazione mondiale dell’aviazione civile.

Mercoledì scorso anche l’amministrazione comunale di Romagnano, con il sindaco Cristina Baraggioni, ha presenziato alle manifestazioni. “Una tragedia che ha colpito profondamente l’intero paese. Un grazie sincero a Paolo Pettinaroli per l’impegno profuso in questi anni. Senza il lavoro svolto dalla Fondazione i nostri aeroporti sarebbero meno sicuri e forse, come è stato riportato in questi giorni dai giornali, non si sarebbero evitate altre tragedie”.

Torna su
NovaraToday è in caricamento