Agognate: approvato il piano particolareggiato

Il Partito democratico commenta la scelta della giunta Canelli

Durante la seduta di consiglio comunale di giovedì 27 dicembre è finalmente giunta al suo epilogo una vicenda che si è protratta per oltre un decennio e che ha visto l’avvicendarsi di diverse Amministrazioni. "L’approvazione del piano particolareggiato riguardante l’area di Agognate e la contestuale variante urbanistica di tipo strutturale – commenta l’assessore all’urbanistica Elisabetta Franzoni - significa non solo portare a compimento una procedura complessa, che ha trovato non pochi ostacoli sul suo percorso, ma anche e soprattutto poter vedere la realizzazione di un progetto fondamentale per il futuro di Novara, un progetto che porterà sul territorio della nostra città posti di lavoro, entrate al bilancio comunale, nuova destinazione per terreni gravemente compromessi dalla presenza dei cantieri della Tav. Il tutto – rimarca l’assessore - nel rispetto delle regole, dei tempi e avvalendosi del parere favorevole degli enti sovraordinati, ossia la Provincia di Novara e la Regione Piemonte. Per quanto mi riguarda sono davvero soddisfatta per il fatto di aver avuto la possibilità e l’opportunità di portare in consiglio questa delibera e ringrazio la maggioranza intera e il partito democratico per aver riconosciuto l’importanza della medesima. Infine – conclude l’assessore - mi corre l’obbligo infine di sottolineare che non sarebbe stato possibile arrivare a questo risultato senza l’impegno e la professionalità di tutti i tecnici dl settore urbanistica del Comune di Novara che hanno lavorato incessantemente e puntualmente, soprattutto negli ultimi mesi, per giungere all’approvazione del piano entro la fine dell’anno".

"Era il lontano 20 febbraio 2014 e l’allora consigliere Canelli, nel suo intervento in consiglio comunale, bollava come sbagliato il progetto di Agognate  presentato dalla giunta Ballarè. Una volta conquistato palazzo Cabrino le posizioni sono cambiate in fretta. Ora il Cim non è più strategico, infatti si sono messe in vendita le quote sociali possedute e Agognate è diventata frettolosamente importante per lo sviluppo della città. Per noi del Pd la coerenza è ancora un valore, per questo il gruppo consigliare del Pd ha votato a favore - spiegano gli stessi -  come nel 2014 quell’area lì per noi rappresenta da sempre una realtà con un forte potenziale di crescita, non abbiamo cambiato idea per mero interesse elettorale. Crediamo ancora che Agognate, congiuntamente allo sviluppo del Cim, possa perseguire il risultato di insediare nuove aziende e di conseguenza creare nuovi posti di lavoro".

Potrebbe interessarti

  • Asl di Novara, arriva l'app per prenotare le visite on line

  • Le acconciature giuste in base alla forma del viso

  • I benefici del magnesio

  • Come pulire il box doccia

I più letti della settimana

  • Incidente a Romentino | Auto prende fuoco in officina: due persone gravemente ustionate

  • Colpo da 20mila euro in banca, poi lo shopping a Novara: arrestato 21enne

  • Incidente sul lavoro a Malpensa, morto un operaio di 49 anni

  • Attenzione al cellulare alla guida: arrivano anche a Novara gli agenti in moto in borghese

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 15 e 16 giugno

  • Novara, vandali in azione: distrutte auto e parchi pubblici

Torna su
NovaraToday è in caricamento