Agognate: la risposta del M5S sulla decisione di Canelli

La delibera è un vero e proprio blitz di Natale, dicono gli esponenti del Movimento 5 Stelle

Consideriamo la delibera di Agognate un vero e proprio blitz di Natale, uno sbaglio epocale e una violenza ambientale alla terra che viene strappata alla natura e sepolta sotto ampie distese di cemento.

La giunta Canelli, con l’approvazione di un intervento pur locale ma che è parte della generale disattenzione ai temi ambientali in Italia, da uno schiaffo in faccia ad eventi come frane, smottamenti, desertificazione, alluvioni e violenti eventi atmosferici che hanno causato morti e distruzione.

Ingenti danni che si sarebbero potuti limitare se solo si fossero messe in campo azioni virtuose come ad esempio la tutela e la protezione del territorio, il non consumo di suolo; concetto che per tutti coloro che hanno votato la delibera in questione ha evidentemente poca rilevanza.

A chi millanta la creazione di centinaia di posti di lavoro, ricordiamo che ad oggi nel settore della logistica è in corso lo smantellamento della dignità e dei diritti dei lavoratori, spesso sottopagati, sfruttati da contratti precari e saltuari da cooperative al limite del caporalato: recenti notizie riportano di braccialetti elettronici applicati ai lavoratori del settore logistica e-commerce, per monitorarne in ogni istante i movimenti e geolocalizzare ogni loro spostamento all’interno dei capannoni. Tra pochi anni, il capannone di cemento approvato dalla Giunta Canelli sarà uno scatolone di cemento pieno di macchine che lavoreranno h24 al posto degli esseri umani.

Un’amministrazione lungimirante deve finanziare, patrocinare e promuovere investimenti in nuovi mestieri e professioni legati all’ingegno e a processi decisionali creativi al posto di produttivo-ripetitivi, in attività dove siano necessarie sensibilità e inventiva, prerogative, queste si, non sostituibili dalle macchine.

Ecco perché contestiamo duramente la scelta di aver voluto concedere questa variante di Natale che avrà effetti positivi solo su pochi, specifici singoli soggetti e negativi su tutta la comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercatone Uno: asta per i prodotti rimasti nei negozi, come funziona e dove fare l'offerta

  • Guida Michelin: 5 i ristoranti stellati nel novarese, 3 nel Vco

  • Polo logistico di Trecate: aperte cinque nuove posizioni lavoratorive

  • Borgomanero, beffati dall'agenzia di viaggi: prenotano e pagano una vacanza in Cina, ma viene annullata

  • Meteo, grandinata fuori stagione: strade imbiancate e forti temporali nel novarese

  • Incidente a San Nazzaro, schianto fra due auto: tre feriti, uno grave

Torna su
NovaraToday è in caricamento