Dormelletto: arriva un nuovo supermercato

Sorgerà dalle ceneri della vecchia sede dell’Akzo Nobel, sulla statale del Sempione

Abbattimento stabilimento sul Sempione

Un nuovo supermercato a Dormelletto. Se alcuni cittadini, appena hanno appreso la notizia, hanno esclamato "c'era proprio bisogno di un altro supermercato?", poichè in zona già esistono Esselunga, Gigante e Penny market, la catena tedesca Aldi è intenzionata ad insediarsi. Il nuovo supermercato, che potrebbe aprire già a marzo 2019, assumerà una quindicina d'addetti. La scelta di aprir il primo centro nell'aronese è stata dettata anche dal forte richiamo turistico della zona.

Lo store nascerà dalle ceneri della vecchia sede dell’Akzo Nobel, sulla statale del Sempione, abbattuta nei giorni scorsi. Lo stabile abbandonato è stato raso al suolo. L'azienda, specializzata nella produzione di vernici e altri prodotti chimici, opera ancora sul territorio dormellettese, ma da tempo si è trasferita in un nuovo immobile in via Giovanni Pascoli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ha un infarto in auto, i carabinieri lo rianimano e gli salvano la vita

  • Cronaca

    Novara, viabilità modificata dopo la chiusura del cavalcavia Porta Milano

  • Incidenti stradali

    Incidente a Novara, ciclista travolto da un'auto in corso della Vittoria

  • Salute

    Città della Salute di Novara, la Regione conferma la piena sostenibilità economica

I più letti della settimana

  • Novara, cavalcavia Porta Milano chiuso improvvisamente per problemi strutturali

  • Celebrità vicina alla chiusura? "Non abbiamo intenzione di farlo" dicono i gestori

  • Morta la prof del liceo: alunni e colleghi la salutano nel cortile della scuola

  • Si allontana e cade in un laghetto a Soriso: grave in ospedale un bambino di cinque anni

  • Stroncato da un malore mentre fa jogging: sabato il funerale di Gabriele Coppa

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 18 e 19 maggio

Torna su
NovaraToday è in caricamento