Ex Officine Grafiche: il sindaco Canelli dal Ministro Poletti con i lavoratori

Canelli: "L'obiettivo è di organizzare presso il Ministero un ulteriore confronto tra le parti interessate per comprendere gli spazi di manovra e la possibilità di deroga di un anno della cassa integrazione"

I lavoratori delle ex Officine Grafiche De Agostini a colloquio con il sindaco e il Ministro Poletti. Nella mattinata di ieri, infatti, il primo cittadino Alessandro Canelli ha incontrato a Palazzo Cabrino una delegazione dei lavoratori insieme con i rappresentanti sindacali e dell’azienda e il sottosegretario al Lavoro, la novarese Franca Biondelli.

"Si è trattato di un momento importante - ha spiegato Canelli - perché dopo mesi siamo riusciti a mettere intorno a un tavolo i lavoratori, i sindacati, le Rsu, l’azienda e l’onorevole Biondelli in rappresentanza del Governo. E’ stato possibile fare il punto su tematiche specifiche ormai nell’imminenza della scadenza degli ammortizzatori sociali. In precedenza avevamo avuto un incontro con la Regione per valutare eventuali ricollocazioni: non una soluzione, ma certo, in alcuni casi, una prospettiva con risultati interessanti".

Nel pomeriggio, il sindaco ha poi accompagnato una delegazione a incontrare il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, in visita a Novara, "con la finalità - ha chiarito Canelli - di aprire un canale di dialogo diretto. L’obiettivo è di organizzare presso il Ministero un ulteriore confronto tra le parti interessate per comprendere gli spazi di manovra e la possibilità, al momento assai remota, di deroga di un anno della cassa integrazione senza oneri aggiuntivi a carico dell’azienda, dal momento che esiste già un piano di liquidazione omologato dal Tribunale che non può essere modificato. Allo stesso tempo si vuole comprendere se ci siano spazi di manovra per presentare al ministro l’attivazione del prepensionamento per i dipendenti delle ex Officine Grafiche e per i lavoratori del comparto poligrafici che si trovano nella stessa situazione e solo riferendoci ad aziende chiuse".

"Mi limito a osservare - ha sottolineato il sindaco - che si sarebbe dovuto pensare a far partire questo genere di iniziative molti mesi or sono: ciò che ora conta è che tutti i soggetti coinvolti facciano squadra per rendere più forti e compatte le istanze e i tentativi di trovare possibili soluzioni".

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • I 3 migliori spioncini digitali per porte blindate

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Giovane novarese scomparso in Spagna: l'appello della famiglia

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

Torna su
NovaraToday è in caricamento