Lavoro: in Piemonte aumentano gli occupati, ma sono i più incerti

Lo dice un'indagine della Banca d'Italia che ha analizzato l'economia regionale nel primo semestre del 2011. Secondo i dati, le prospettive della domanda di lavoro sulle imprese rimangono incerte

Cresce l'occupazione in Piemonte, insieme alla precarietà.

Secondo uno studio della Banca d'Italia, nel primo semestre del 2011 l'occupazione in Piemonte sarebbe cresciuta dell'1,6%. Parallelamente, però, le prospettive della domanda di lavoro sulle imprese rimangono ancora incerte.

L'idagine, infatti, ha analizzato l'economia piemotese di quest'anno, evidenziando un tasso di disoccupazione, riferito al primo semestre, pari al 7,5%. Ad emergere, un dato preoccupante: la disoccupazione in Piemonte è la più alta di tutto il Nord Italia, e si attesta ai livelli delle regioni del Centro-Sud.

In base a quanto riportato dallo studio della Banca d'Italia, nei prossimi 12 mesi il 39% delle imprese tenderà a rivedere al ribasso i piani occupazionali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Lo stadio di Novara set cinematografico per un giorno: si cercano comparse

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Tragedia a Castelletto: muore investito dal camion della nettezza urbana

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • E' un rifugiato politico l'uomo che vagava a piedi con un coltello sulla A4: arrestato dopo 24 ore di ricerche

Torna su
NovaraToday è in caricamento