Ex Officine grafiche De Agostini, approvata la variante: in arrivo una torre di dieci piani

Una torre, attività commerciali, alloggi per studenti, centro sportivo e area verde: come si trasformerà corso della Vittoria

Il vecchio edificio

É stata approvata giovedì in consiglio comunale, con i voti della sola maggioranza, la variante parziale al piano regolatore per la realizzazione del nuovo progetto nell'area delle ex Officine grafiche De Agostini di corso della Vittoria. Il progetto prevede la costruzione di una torre, alta 10 piani, e di una serie di strutture, da un'area verde ad un centro sportivo, per la riqualificazione di una zona attualmente in stato di quasi completo abbandono. 

Le perplessità: i posti di lavoro

L'area, di oltre 46mila metri quadrati, attualmente è quasi interamente inutilizzata, fatta eccezione per la parte di capannoni dalla Lego Service. Proprio la presenza di questa produzione ha sollevato perplessità nella minoranza, che ha chiesto a sindaco e giunta di trovare un accordo perchè l'azienda del torinese non scelga di spostare la produzione a causa dei lavori e degli eventuali costi di affitto più alti.

Altro nodo importante della questione è il destino degli oltre 60 ex dipendenti della De Agostini che non hanno trovato una nuova collocazione dopo che quattro anni fa sono stati lasciati a casa. Una delegazione del sindacato Cgil era in aula proprio per chiedere garanzie sulla sorte di queste persone, visto che a marzo si troveranno senza indennità di discoccupazione. "Abbiamo ascoltato la delegazione sindacale dei dipendenti delle ex Officine grafiche che non sono ancora riusciti a trovare una ricollocazione lavorativa - ha detto il sindaco Alessandro Canelli - il nostro impegno deve essere quello di fare il possibile anche nei loro confronti per aumentare le opportunità che possano consentire a queste persone di tornare a lavorare dignitosamente in tempi brevi".

Il progetto della torre

Il progetto è stato proposto da Og Immobiliare e Deagostini spa e costerà 64 milioni di euro. Gran parte degli edifici esistenti saranno abbattutti per fare spazio ad un parcheggio su tre piani, ad un'area verde, ad un centro sportivo e alla torre di 47 metri che svetterà su corso della Vittoria. La torre accoglierà uffici, attività commerciali e di ristorazione, attività artigianali e alloggi per studenti. Sarà invece mantenuto l'edificio storico principale che affaccia sul corso, che ospiterà uffici e servizi di ricezione. Il progetto è stato presentato solo per linee generali, ma dovrebbe essere realizzato nell'arco di tre anni dal momento del via libera.

Torre de agostini-2

Soddisfazione dell'amministrazione 

"Questo – commenta il sindaco Canelli – è un importante risultato per lo sviluppo della città: il progetto delle ex Officine grafiche De Agostini fa infatti seguito a quello per l’insediamento della logistica e-commerce di Agognate, approvato dal Consiglio il 27 dicembre. Si tratta di fatti concreti che, nel corso del 2019, porteranno posti di lavoro, investimenti, attività di formazione, spazi abitativi a disposizione di studenti, attività innovative con la finalità di far crescere e sviluppare la nostra città. Stiamo seguendo una programmazione ben precisa, che ha l’obiettivo di sostenere la nostra Università, la ricerca scientifica, opportunità lavorative per varie categorie di persone cercando di renderci sempre più credibili agli occhi di attuali ed eventuali futuri investitori".

L’assessore all’Urbanistica Elisabetta Franzoni ha ricordato che il progetto sull’area ex Officine grafiche De Agostini "prevede un investimento di oltre sessanta milioni di euro e si tradurrà in particolare in un intervento di rigenerazione urbana che contribuirà a riqualificare l’intero quartiere: saranno recuperate strutture pre-esistenti e realizzati nuovi edifici, come la torre che ospiterà residenze temporanee per studenti e uffici. Un quartiere, quello di Sant’Andrea, che è complessivamente oggetto di particolare attenzione: in primavera, infatti, si dovrebbero concludere anche i lavori di recupero dell’area verde comunale di via Redi finanziati da Fondazione De Agostini. In meno di un mese – sottolinea l’assessore – l’amministrazione ha consentito l’avvio di due progetti che rappresentano un segnale positivo per il futuro della città sotto diversi punti di vista".

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • I 3 migliori spioncini digitali per porte blindate

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Giovane novarese scomparso in Spagna: l'appello della famiglia

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

Torna su
NovaraToday è in caricamento