Slot machine, in un anno i novaresi hanno speso oltre 100 milioni nelle macchinette

Sono stati elaborati e messi online i dati ufficiali dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 2016

104 milioni di euro in un anno: è questo quanto spendono i novaresi nelle slot machine ogni anno. Una cifra impressionante: in sostanza sono 998 euro a testa che finiscono nella 993 macchinette mangia soldi che sono nel territorio del comune di Novara. In città ci sono infatti 813 cosiddette "new slot", che accettano solo monete e sono presenti anche in bar e tabaccherie, e 120 videolottery (o VLT), che invece accettano anche banconote, sono presenti in locali dedicati e consentono giocate e vincite più alte.

I dati si riferiscono al 2016 e sono stati raccolti dai giornali del Gruppo Gedi e Dataninja, società che si occupa di datajournalism, rielaborando nelle scorse ore i numeri ufficiali Aams (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli). “Siamo arrivati in possesso di questi dati nel 2016, quando l’Agenzia dei Monopoli ci ha concesso l’accesso, che ci era stato negato sempre dall’Agenzia nel 2013. Che cosa è cambiato? Nel 2016 è stata approvata una norma (Freedom Information Act) che disciplina in modo diverso l’acceso ai documenti, agli atti e ai dati della pubblica amministrazione da parte dei cittadini. E’ un caso in cui la legge fa la differenza. Il problema è stato che questi dati ci sono stati forniti in quattro file Pdf di 10mila pagine, quindi il lavoro è stato molto faticoso”, spiega a Jamma.it Raffaele Mastrolonardo (Dataninja).

Il database aperto: quanto si spende comune per comune

Guardando i dati della provincia invece, considerando solo le città più grandi, ad Arona sono stati giocati nel 2016 6,9 milioni di euro, cioè 488 euro per abitante, a Borgomanero 20,18 milioni, 926 euro a testa, mentre a Trecate 10,43 milioni, cioè 511 euro pro capite. Complessivamente in provincia la media è di 876 euro giocati a testa all'anno. 

Delle giocate complessive, nel 2016 lo Stato dalle "new slot" ha incassato il 17%, gli esercenti il 6% e i gestori il 4%, senza dimenticare la quota dello 0,5% delle concessionarie; dalle videolottery, invece, le percentuali sono più basse, le vincite sono state dell'88%, con il 12% ripartito tra Stato, esercenti, gestori e concessionari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Novara, bonus bici confermato: come fare richiesta per ottenere fino a 500 euro per biciclette e mezzi elettrici

  • Coronavirus, chiuso il reparto Covid dell'ospedale di Novara

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie nei centri commerciali (anche all'aperto) e bar chiusi entro l'una

Torna su
NovaraToday è in caricamento