Slot machine, in un anno i novaresi hanno speso oltre 100 milioni nelle macchinette

Sono stati elaborati e messi online i dati ufficiali dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 2016

104 milioni di euro in un anno: è questo quanto spendono i novaresi nelle slot machine ogni anno. Una cifra impressionante: in sostanza sono 998 euro a testa che finiscono nella 993 macchinette mangia soldi che sono nel territorio del comune di Novara. In città ci sono infatti 813 cosiddette "new slot", che accettano solo monete e sono presenti anche in bar e tabaccherie, e 120 videolottery (o VLT), che invece accettano anche banconote, sono presenti in locali dedicati e consentono giocate e vincite più alte.

I dati si riferiscono al 2016 e sono stati raccolti dai giornali del Gruppo Gedi e Dataninja, società che si occupa di datajournalism, rielaborando nelle scorse ore i numeri ufficiali Aams (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli). “Siamo arrivati in possesso di questi dati nel 2016, quando l’Agenzia dei Monopoli ci ha concesso l’accesso, che ci era stato negato sempre dall’Agenzia nel 2013. Che cosa è cambiato? Nel 2016 è stata approvata una norma (Freedom Information Act) che disciplina in modo diverso l’acceso ai documenti, agli atti e ai dati della pubblica amministrazione da parte dei cittadini. E’ un caso in cui la legge fa la differenza. Il problema è stato che questi dati ci sono stati forniti in quattro file Pdf di 10mila pagine, quindi il lavoro è stato molto faticoso”, spiega a Jamma.it Raffaele Mastrolonardo (Dataninja).

Il database aperto: quanto si spende comune per comune

Guardando i dati della provincia invece, considerando solo le città più grandi, ad Arona sono stati giocati nel 2016 6,9 milioni di euro, cioè 488 euro per abitante, a Borgomanero 20,18 milioni, 926 euro a testa, mentre a Trecate 10,43 milioni, cioè 511 euro pro capite. Complessivamente in provincia la media è di 876 euro giocati a testa all'anno. 

Delle giocate complessive, nel 2016 lo Stato dalle "new slot" ha incassato il 17%, gli esercenti il 6% e i gestori il 4%, senza dimenticare la quota dello 0,5% delle concessionarie; dalle videolottery, invece, le percentuali sono più basse, le vincite sono state dell'88%, con il 12% ripartito tra Stato, esercenti, gestori e concessionari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave incidente a Oleggio: auto precipita dalla statale

  • Novara, in arrivo un supermercato: in corso della Vittoria aprirà Lidl

  • Novara, scoperto un meccanico abusivo a Sant'Agabio

  • Treni: nuovo sciopero regionale in arrivo a novembre, viaggi a rischio in Piemonte

  • Novara, a Sant'Agabio nascerà un nuovo polo logistico con 400 posti di lavoro

  • Grignasco, si ustiona mentre prepara una grigliata: grave al CTO di Torino

Torna su
NovaraToday è in caricamento