Arona apre le porte del teatro sull'Acqua: tra gli attesi anche Dario Fo

Al via la rassegna di incontri internazionali di teatro e parola del Lago Maggiore sotto la direzione artistica di Dacia Maraini. Tanti i grandi nomi attesi nella perla del Lago Maggiore

Ci sentiamo orgogliosi di proporre un festival internazionale di teatro e parola che formi il pubblico ad una grande arte legata al sapere parlare, al sapere analizzare la realtà, al sapere approfondire la memoria, al sapere discutere sui grandi temi del sociale.”

Queste le parole di Dacia Maraini, direttore artistico della kermesse. Una kermesse che torna a far capolino sulle rive italiane e svizzere del Lago Maggiore e che vede per tutta la settimana la cittadina sulle sponde del Lago meta di artisti di fama internazionale. Tra questi:  Bakunin, Corrado Augias, Marx, Maurizio Donadoni, Nacaev, Tiziana Arnaboldi, Gian Antonio Stella, Edoardo Siravo, Walter Veltroni, Lidia Ravera, Silvia Avallone, Paolo di Paolo.

Questi infatti  alcuni dei protagonisti della quarta edizione del festival italo-svizzero Il Teatro sull’Acqua - Incontri internazionali di teatro e parola del Lago Maggiore - che si terrà ad Arona e Ascona, nel Canton Ticino, dal 10 al 14 settembre.

Il Teatro sull’Acqua è un progetto unico e ambizioso, che ha l’obiettivo di trasformare il lago in un gigantesco palcoscenico per produzioni teatrali e spettacoli ideati per essere messi in scena esclusivamente sull’acqua, in un contesto paesaggistico straordinario, all’ombra della rocca di Arona e del Colosso di San Carlo Borromeo.

Un progetto che sta molto a cuore al primo cittadino, Alberto Gusmeroli: "Quando 4 anni fa venne a parlarmi per la prima volta di un festival della Cultura Luca Petruzzelli giovane brillante “visionario” forse non immaginavamo cosa sarebbe diventato, anzi lui sì che lo immaginava tutto. Luca è il Presidente di un gruppo di giovani "Associazione Festival delle due Rocche" che organizza e coordina tutto il festival. Ebbene quest’anno il festival dura quasi una settimana, dal 10 al 14 settembre, è coinvolta un intera città, artisti, commercianti, cittadini, dipendenti comunali, assessori, una incredibile numero di volontari, tanti e tanti giovani che approcciano ad un mondo, ad una città e alla cultura in modo straordinario e poi tutte le location più belle della città che diventano teatri all’aperto. Arona è anche da questo punto di vista una città in movimento e che si propone come punto di riferimento del teatro e della cultura che crea valore e per me in questo caso crea anche economia diretta e indiretta. Una città che per una settimana è sotto i riflettori nazionali e internazionali. Grazie a tutti quelli che hanno nei più diversi e svariati modi collaborato alla buona riuscita di tutto perché….l’unione fa la forza e la forza il risultato".

Il programma

Dopo la prova generale “aperta” del 10 settembre, l’11, alle ore 21, specchio lacustre, si terrà la prima nazionale di “Bakunin, Il leone e il coccodrillo.Il fine giustifica i mezzi?” scritto da Dacia Maraini, regia di Hervé Ducroux. Tra gli interpreti, Maurizio Donadoni (Bakunin), Edoardo Siravo (Marx), Karina Arutyunyan (Antonia, moglie di Bakunin). Uno spettacolo con una scenografia “liquida”, in continuo movimento, legata al ritmo delle onde del lago, e con repliche ogni volta diverse e uniche, il 12 e 13 settembre. Lo spettacolo è co-prodotto con la compagnia teatrale “Amici per un sogno”, di Gravellona Toce, e il teatro San Materno di Ascona.

“L’acqua, per Bakunin,- ha spiegato la Maraini - e per molti rivoluzionari del suo tempo, era prima di tutto una strada liquida per muoversi da un paese all’altro, ma era anche, in senso simbolico, la profonda materia organica che avrebbe dovuto unire i popoli più diversi nella generosa ricerca di un mondo più giusto e più solidale verso i deboli e gli esclusi”.

Giovedì 11 settembre in Piazza San Graziano ad Arona alle ore 17 Dacia Maraini dialoga con Dario Fo, qui in veste di autore de La figlia del Papa, romanzo ad ambientazione storica che ripercorre la vita di Lucrezia Borgia. In Piazza San Graziano  alle ore 18,30 Dacia Maraini dialoga con la scrittrice Lidia Ravera, che presenterà il suo romanzo Piangi Pure .
 

Venerdì 12 settembre alle ore 10,30 Lidia Ravera sarà al Marconi Beach di Arona per la firma delle copie. E in piazza del Popolo dalle ore 21 si svolgerà la prima internazionale dello spettacolo teatrale "Bakunin – Il leone e il coccodrillo" di Dacia Maraini, regia di Hervè Ducroux, con la partecipazione di Maurizio Donadoni, Edoardo Siravo, Karina Arutyunyan, Tiziana Bergamaschi, Massimo Nicolini e Samuele Corrado.

Domenica 14 settembre, sempre ad Arona, la danza diventa protagonista con un’altra prima nazionale, LINEA, lo spettacolo di teatro-danza prodotto da Tiziana Arnaboldi, coreografa del Teatro San Materno di Ascona, partner del Festival. Oltre al teatro, nelle sue forme più diverse come il Teatro alla Carta, il Teatro in vetrina, di Strada e il Teatro per i Bambini e Ragazzi, il programma del Festival prevede un calendario ricco di incontri, in piazza San Graziano, ad Arona.

Il Teatro sull'Acqua è anche spazio per i giovani: i PR della cultura.

È uno degli elementi di maggiore orgoglio per il comitato organizzativo. I giovani volontari vengono formati sia dal punto di vista storico e artistico, sia sotto il profilo tecnico: giornalismo, fotografia, video, nuovi meda, per diventare promotori del territorio attraverso informazioni al pubblico, comunicati stampa, documentazione fotografica e video.

Il Teatro sull’Acqua è co- finanziato dal Programma Interreg. IT/CH 2007-2013 - ID 39936770, nell’ambito del progetto Interregionale "AronAsconA - Il teatro sull'acqua”, dal Programma di cooperazione transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013, e dal comune di Arona.

Prosegue anche l'iniziativa teatrale Teatro alla Carta. Un gruppo di attori si presta a recitare monologhi e dialoghi che possono essere ordinati al tavolo dai clienti di numerosi locali di Arona durante una cena o un aperitivo per tutta la durata del Festival. Questa volta l'incontro è al 049 Arona (Lungolago Marconi, Arona) a partire dalle ore 18,30.

I biglietti si possono acquistare on line sul circuito Ciao Tickets o contattando l'Ufficio Turistico di Arona telefonando allo 0322.243601.Biglietto intero 20 euro; Biglietto ridotto (under 25) 15euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • I 5 migliori ristoranti sul Lago d'Orta

  • Blocco del traffico a Novara, facciamo chiarezza: chi può circolare e chi no

  • Fontaneto D'Agogna, muore stroncato da un infarto mentre fa jogging

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

  • Inquinamento a Novara: scatta il blocco del traffico, stop ai diesel Euro 4

Torna su
NovaraToday è in caricamento