Mundialito: oltre 3mila euro raccolti e più di 150 giocatori

Tutti i numeri dell'edizione 2014 della manifestazione organizzata da Asd Lega 5 in favore della sezione Lilt (Lega italiana lotta contro i tumori) di Novara

Stefano Grasso, il giocatore più giovane

Sedici squadre, oltre 150 atleti coinvolti, quasi dodici ore di gioco e un risultato straordinario in termini di raccolta fondi con un totale di 3.550 euro, di cui 3.250 euro donati in beneficenza alla Lilt (Lega italiana lotta contro i tumori) sezione provinciale di Novara e i restanti 300 euro all’Oratorio S. Eufemia.

Sono questi i numeri dell'edizione 2014 di "Mundialito", andata in scena domenica 13 luglio, sui campi del Bulè Sport Village di Bellinzago, che ha messo a disposizione a livello gratuito la struttura, aderendo totalmente allo spirito della giornata. Una vera e propria "maratona" di calcio a 5 con tanti premi, tutti messi a disposizione dagli sponsor Lecturas, Fasport, Pizzeria Centro, Locanda delle Due Suocere, 049 e Glam Case .

Cuore pulsante della manifestazione è la Asd Lega 5, capitanata da Antonio Tucci e Gianfranco Mazzitelli, che ha scelto come tema per l’edizione 2014 il Mondiale Brasile. Ogni squadra è stata abbinata ad una formazione del Mondiale di cui proprio lo stesso giorno si è giocata la finale ma, ad alzare la Coppa più ambita in quel di Bellinzago non sono stati i tedeschi di Joachim Low bensì i giocatori del Costa Rica capitanati da Franco Freschi e sponsorizzata dall’Avis Novara.

Seconda si è classificata l’Algeria di Denis Saleri e, a seguire, Olanda (capitanata da Gaetano Bono) e Corea del Sud (guidata da Pako Bono). Al termine del torneo, l’estrazione dei premi della lotteria forniti dagli sponsor, la premiazione delle squadre (tutte le formazioni partecipanti hanno ricevuto una targa in ricordo e le prime quattro una coppa di riconoscimento) e poi la consegna del maxi assegno, simbolo dell’impegno profuso per l’iniziativa, da parte degli organizzatori a Davide Occhipinti, segretario provinciale Lilt.

Un premio anche al Portogallo capitanato da Mario Grasso considerato la squadra con maggior "fair play", al miglior portiere che è risultato essere Mattia Barile, al giocatore più giovane Stefano Grasso, a quello più maturo Maurizio Galdiolo e al migliore giocatore Enrico Vivarelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una giornata di sport e solidarietà, di divertimento e impegno "condita" dalle gustose prelibatezze preparate, come ormai tradizione, da volontari e volontarie. Un’ottima nona edizione che, a discapito del maltempo che aveva fatto slittare la prima data stabilita per il 29 giugno, ha regalato una bellissima giornata di festa e interessanti prospettive per la decima edizione, targata 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

  • Novara, le mascherine gratuite si ritirano in farmacia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

Torna su
NovaraToday è in caricamento