Trecate, una succursale di scuola superiore nell'ex casa di riposo

Il progetto

Durante il Consiglio comunale di lunedì 19 agosto, la maggioranza compatta ha votato un emendamento al Documento Unico di Programmazione, presentato dai consiglieri Andrea Crivelli, Enrico Oriolo, Antonio Vilardo e Lorenzo Volontè, riguardante la possibilità di destinare l’immobile di via Fratelli Russi (ex casa di riposo) ad ospitare la succursale di una Scuola secondaria di secondo grado. 
Un obiettivo prioritario per la città di Trecate, già delineato nel 2017, che nel 2019 vedrà la realizzazione di uno studio di fattibilità per cui sono stati destinati a bilancio 37.000 Euro. 

"Le motivazioni? -spiegano dal Comune - Un’opportunità di scelta in più per gli studenti trecatesi, e non solo, che potranno frequentare la nuova scuola, costituita da due cicli, dalla prima alla quinta; un risparmio per le famiglie degli alunni, una diminuzione dei problemi di trasporto pubblico locale e una concreta possibilità di crescita per l’economia cittadina. L’individuazione degli indirizzi di studio avverrà di concerto con la Provincia di Novara e dialogando con gli stakeholder locali, in modo da rispondere alla vocazione del territorio rendendo più semplice un successivo inserimento lavorativo. 
Le tempistiche sono strette: a seguito dello studio di fattibilità che sarà concluso nel 2019, si affronterà la progettazione definitiva il più celermente possibile. Successivamente, saranno affidati i lavori che verranno finanziati con l’accensione di un mutuo. Si prevede la possibilità di attivazione dei corsi già a partire dall’anno scolastico 2021/22".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aule fredde nelle scuole novaresi: tecnici della Provincia al lavoro di notte

  • Università: mancano delle posizioni, boom di laureati in materie socio - politiche, umanistiche e psicologiche

  • La Provincia partecipa al bando per controllare la sicurezza solai e soffitti delle scuola

  • Iscrizioni scuola dell’infanzia 2020/21: date e domanda

Torna su
NovaraToday è in caricamento