Trecate, il Comune aderisce al progetto "Adotta un albero"

Con l'iniziativa di Legambiente si potranno sostenere le spese per piantare nuovi alberi in città

Foto di repertorio

Legambiente, circolo "Il Pioppo" – Ovest Ticino e Novarese, sostenuta da Fondazione Comunità del Novarese Onlus, ha lanciato il progetto "Adotta un albero" per contrastare i cambiamenti climatici con un gesto concreto per l’ambiente.

Il Comune di Trecate, insieme a Novara, ha deciso di aderire con entusiasmo all’iniziativa in quanto piantare un albero è un atto d’amore verso il territorio e verso i cittadini che lo vivono.

"Saranno scelti dei luoghi, concordati con l’associazione, per mettere a dimora gli alberi acquistati da chi vorrà sostenere questo importante progetto - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Roberto Minera - Le specie tra cui scegliere sono autoctone e particolarmente utili per l’assorbimento dell’anidride carbonica; tutte le donazioni contribuiranno anche a progetti di riforestrazione urbana".

Le donazioni possono riguardare l’acquisto di un singolo albero (150 euro), da dedicare a una persona scelta dall’acquirente, o un’offerta libera (a partire da 20 euro) che contribuirà  alla messa a dimora degli alberi. Le donazioni devono pervenire alla Fondazione Comunità del Novarese Onlus con la causale "Adotta un albero – Per (nome della persona a cui si intende regalare la pianta) – Comune di Trecate" e sono aperte a singoli cittadini, gruppi, enti no-profit e imprese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

  • Verbania, scoperto meccanico e carrozziere abusivo

Torna su
NovaraToday è in caricamento