Diesel Euro 3, anche a Novara scatta il blocco?

Le linee guida della Regione prevedono lo stop dei diesel fino a Euro 3. In fase di approvazione l'ordinanza anche per Novara

Giro di vite per i veicoli più inquinanti. Secondo l'accordo della Regione Piemonte con le altre regioni del nord Italia, anche a Novara dovrebbe scattare nelle prossime settimane lo stop ai veicoli diesel Euro 0, 1, 2 e 3.

Per ora il Comune non ha ancora emanato nessuna ordinanza, che comunque dovrebbe entrare in vigore non prima del 15 ottobre. Dalla Regione però sono arrivate le linee guida: ecco chi potrà circolare e chi no.

Vietato ai diesel

Dall'emanazione dell'ordinanza il divieto varrà per tutto il giorno per tutti i veicoli, adibiti al trasporto persone, Euro 0, sia diesel che benzina, nella cerchia urbana. Per i diesel Euro 1 e 2 divieto dalle 8.30 alle 18.30, sabato e domenica compresi. I diesel Euro 3 invece non potranno circolare "solo" dal lunedì al venerdì, sempre dalle 8.30 alle 18.30. Anche i ciclomotori e le moto Euro 0 non potranno viaggiare per tutto il giorno, week end compresi, fino al 31 marzo. Queste norme non valgono invece per i veicoli commerciali e adibiti al trasporto merci.

In caso di sforamenti

Nel caso in cui i livello di PM10 salgano oltre il limite le restizioni aumenteranno. Dopo quattro giorni consecutivi di sforamento del valore di 50 microgrammi al metro cubo della concentrazione di PM10 il divieto sarà esteso anche alle auto diesel Euro 4 dalle 8.30 alle 18.30 e ai diesel Euro 1, 2 e 3 adibiti al trasporto merci il sabato e nei festivi.

Se dopo dieci giorni il livello di PM10 non scenderà ancora sarà vietata la circolazione dalle 8.30 alle 18.30 al sabato e nei giorni festivi ai veicoli commerciali Euro 1, 2 e 3 diesel e dalle 8.30 alle 12.30 il sabato e nei giorni festivi per i veicoli commerciali Euro 4 diesel.

Le esenzioni

Sono tanti i motivi per cui si può essere esentati dalla restrizioni. Ad esempio sono esentati i veicoli di turnisti e operatori in servizio di reperibilità (con la certificazione del datore di lavoro), i mezzi con a bordo almeno tre persone, le auto usate da lavoratori la cui abitazione e il luogo di lavoro non sono serviti negli orari lavorativi dai mezzi pubblici nel raggio di 1000 metri o le auto di chi si sta recando in ospedale per una visita o una terapia.

Ecco l'elenco completo

EURO 0

  • i veicoli di interesse storico e collezionistico, solo per la partecipazione a manifestazioni o per il tragitto verso l’officina o il centro autorizzato dove farlo revisionare o rottamarlo e con la documentazione in regola

Superiori a EURO 0

  • veicoli al servizio delle manifestazioni autorizzate e di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati o delle fiere autorizzate dal comune (ambulanti);

  • veicoli con a bordo almeno tre persone (car pooling);

  • veicoli di turnisti e operatori in servizio di reperibilità, con la certificazione del datore di lavoro;

  • veicoli di forze armate, vigili del fuoco polizia, servizi di soccorso, Protezione civile, nettezza urbana, raccolta rifiuti, servizi pubblici per animali - veicoli M1 per il trasporto pubblico;

  • motoveicoli e autoveicoli per trasporto speciale;

  • veicoli diretti in officine e centri autorizzati per revisione, trasformazione gpl/metano o rottamazione con documentazione in regola;

  • veicoli per il trasporto di disabili o soggetti affetti da gravi patologie;

  • veicoli per il trasporto di persone sottoposte a terapie, interventi o esami ospedalieri;

  • veicoli di interesse storico e collezionistico;

  • veicoli delle aziende e degli enti di servizio pubblico in pronto intervento e mezzi di servizio del bike-sharing;

  • veicoli usati da lavoratori la cui abitazione e il luogo di lavoro non sono serviti negli orari lavorativi dai mezzi pubblici nel raggio di 1000 metri;

Sono esentati dalle misure restrittive temporanee:

  • veicoli del car sharing;

  • macchine operatrici, macchine agricole, mezzi d’opera;

  • veicoli delle associazioni sportive e delle società per consentire il trasporto di atleti e di arbitri di sabato e di domenica;

  • veicoli di operatori assistenziali;

  • veicoli di medici e veterinari in visita domiciliare – ambulatoriale, da operatori sanitari in turno da infermieri e ostetriche;

  • veicoli per il trasporto di persone che partecipano e cerimonie funebri o religiose;

  • veicoli al servizio di testate giornalistiche;

  • veicoli di mezzi d’opera per traslochi;

  • veicoli di imprese che eseguono lavori pubblici per conto del comune o di altri enti o aziende;

  • veicoli usati per organizzare manifestazioni autorizzate o patrocinate su suolo pubblico;

  • veicoli delle aziende e degli enti di servizio pubblico in pronto intervento;

  • veicoli usati da lavoratori in reperibilità e di artigiani della manutenzione e dell’assistenza;

  • veicoli per trasporto pasti per mense pubbliche;

  • veicoli di residenti in altre regioni italiane o all’estero con prenotazione o ricevuta alberghiera;

  • veicoli per i servizi di pompe funebri;

  • veicoli per il rifornimento dei medicinali;

  • veicoli usati dall’autorità giudiziaria;

  • veicoli per il trasporto di persone con prenotazione di volo aereo per il giorno di blocco

  • veicoli da imbarcare al seguito per trasferimenti marittimi e ferroviari

  • veicoli adibiti al trasporto di oggetti di venditori ambulanti con autorizzazione ad occupare il suolo pubblico, valida di domenica

  • veicoli ad uso degli uffici diplomatici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercatone Uno: asta per i prodotti rimasti nei negozi, come funziona e dove fare l'offerta

  • Guida Michelin: 5 i ristoranti stellati nel novarese, 3 nel Vco

  • Polo logistico di Trecate: aperte cinque nuove posizioni lavoratorive

  • Meteo, grandinata fuori stagione: strade imbiancate e forti temporali nel novarese

  • Incidente a San Nazzaro, schianto fra due auto: tre feriti, uno grave

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 9 e 10 novembre

Torna su
NovaraToday è in caricamento