Rifiuti abbandonati: da Pernate la geomappa per monitorare i furbetti

L'idea è nata dal Comitato di Pernate e riguarda le campagne novaresi

“Mantenere le campagne novaresi pulite e decorose”. E’ questo lo scopo dell’iniziativa lanciata dal Comitato per Pernate: una mappatura del territorio novarese che stabilirà il valore del degrado raggiunto e che “servirà alle istituzioni per conoscere il punti di maggior conferimento abusivo e permetterà la pianificazione degli interventi di bonifica da parte degli organi preposti e per competenza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’idea è nata anche in seguito a diverse segnalazioni dei cittadini con fotografie e documentazione di rifiuti abbandonati, da quelli più “piccoli” a quelli più ingombranti: sacchi, cartoni, pezzi di legno, piastrelle. E le foto saranno ancora molto utili: “Tramite una mappa geolocalizzata è possibile, per chi lo volesse, fotografare lo sversamento abusivo e trasmettere al comitato la fotografia e la posizione. Tale mappa è pensata per essere condivisa con le istituzioni locali per semplificare la comunicazione con la municipalizzata di nettezza urbana e per valutare insieme con l'amministrazione comunale l'installazione di fototrappole nelle zone più soggette a tali atti illegali. Confidiamo nel supporto sia del Comune di Novara, sia della società Cim relativamente all'area dell' interporto merci di Novara”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie per gli addetti alla vendita e raccomandate per chi fa la spesa

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

  • Coronavirus, cauto ottimismo dal Maggiore di Novara: in Piemonte 9.418 i casi

Torna su
NovaraToday è in caricamento