Maltempo: è ancora allerta per le forti piogge e il pericolo valenghe, migliora nel week end

Secondo il bollettino di Arpa, le precipitazioni determineranno nelle prossime ore un incremento dei livelli idrometrici dei fiumi e dei laghi

Foto di repertorio

Prosegue l'ondata di maltempo che sta interessando il territorio novarese e il Vco e permane l'allerta meteo per locali allagamenti e pericolo valanghe.

Secondo il bollettino di Arpa Piemonte, infatti, una profonda area depressionaria nordatlantica sta attualmente interessando il nordovest italiano, portando tempo perturbato su tutta la regione. Fino alla serata di oggi, venerdì 20 dicembre, a cuasa della ventilazione sostenuta si avranno precipitazioni diffuse, con valori forti o molto forti sul verbano e sui rilievi meridionali al confine con la Liguria. L’aria atlantica manterrà la quota neve elevata, sui 1800-2000 metri sulle Alpi Marittime, Cozie e Graie e sui 1500 m sui rilievi settentrionali. Dalla serata, però, l’attenuazione della ventilazione ed una rotazione delle correnti in quota da ovest favoriranno un miglioramento delle condizioni meteorologiche. Nel fine settiman è infatti previsto un miglioramento delle condizioni meteo, con tempo più stabile da sabato con venti di foehn in estensione alle pianure dalle ore centrali di domenica e fino a lunedì.

Fino alle prime ore della mattinata di oggi, venerdì 20 dicembre, si sono registrati quantitativi di nuova neve di circa 10-15 cm alle quote superiori ai 2000 metri. Successivamente il limite pioggia-neve è sceso localmente fino a 1200-1500 metri sulle Alpi Graie e sul Nord Piemonte. Le nevicate di intensità moderata o forte, determinano l’aumento del pericolo valanghe su tutti i settori, in particolare a nord e a sud della regione, dove il grado sarà 4-Forte. Nelle aree maggiormente interessate sono attese valanghe spontanee che potranno raggiungere dimensioni molto grandi, con locale interessamento della viabilità di fondovalle.

Le precipitazioni previste, inoltre, determineranno nelle prossime ore un incremento dei livelli idrometrici dei fiumi piemontesi con la possibilità di raggiungere i valori di guardia. Il livello del Lago Maggiore è atteso in lieve crescita con valori al di sotto della soglia di attenzione.

Nelle ultime 24 ore si sono registrate precipitazioni forti localmente molto forti sul Piemonte settentrionale. I valori più significativi in 24 ore nel territorio tra la provincia di Novara e di Verbania sono stati osservati a: Someraro, frazione di Stresa, con 95 mm, Nebbiuno con 89 mm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in montagna: novarese precipita e muore

  • Novara, controlli dei vigili nei negozi: sequestrate scarpe da ginnastica contraffatte

  • Festa fra studenti in un locale al Ticino si trasforma in una lite

  • Incidente in montagna, è Maurizio Bruschi il novarese precipitato durante un'escursione

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 15 e 16 febbraio

  • Tragedia a Novara, si sente male al funerale del marito: morta 84enne

Torna su
NovaraToday è in caricamento