Nuova ondata di maltempo con forti piogge: allerta arancione

Secondo il bollettino meteo di Arpa, una vasta perturbazione atlantica determina un marcato peggioramento del tempo, con precipitazioni localmente forti

Foto di repertorio

Nuova ondata di maltempo in arrivo sul novarese e Vco, con forti pioggia e neve in montagna.

Secondo il bollettino meteo di Arpa Piemonte, infatti,  una vasta perturbazione atlantica determina un marcato peggioramento del tempo sul Piemonte già dalla serata di oggi, venerdì 22 novembre, con piogge diffuse. Inoltre, nella giornata di domani, sabaro 23, si isolerà un minimo al suolo sul Golfo Ligure, con fenomeni in intensificazione su valori forti, molto forti sulla fascia pedemontana nordoccidentale e sull'Appennino.

Solo dalla tarda mattinata di domenica si avrà un'attenuazione delle piogge. Le forti precipitazioni previste determineranno un generalizzato innalzamento dei livelli idrometrici del reticolo idrografico principale e secondario, che nella giornata di sabato potranno superare i livelli di guardia dapprima sui settori appenninici in estensione al resto della regione nel pomeriggio.

Le intense precipitazioni nevose attese in montagna a partire dalla serata di venerdì, inoltre, determineranno un rapido aumento del grado di pericolo valanghe che raggiungerà il 4-Forte dapprima sui settori nord-occidentali e successivamente nel corso della giornata di sabato, si estenderà a tutti i settori. Sono attese valanghe di dimensioni grandi o molto grandi che potranno interessare le aree di fondovalle sulla maggior parte dei settori alpini. La quota delle nevicate sarà in aumento nel corso di sabato fino a raggiungere e superare i 1500-1700 metri determinando una rapida umidificazione e perdita di stabilità del manto nevoso a quote progressivamente maggiori, con possibili valanghe. Le attività in ambiente innevato sono fortemente limitate e sconsigliate.

Per questo motivo, Arpa ha emesso un'allerta arancione per peggioramento marcato dalla sera di venerdì con precipitazioni diffuse su tutta la regione, localmente forti sul settore appenninico e sulla fascia montana e pedemontana alpina nordoccidentale. Sono attesi significativi e rapidi incrementi dei corsi d'acqua, fenomeni franosi e situazioni di dissesto idrogeologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in montagna: novarese precipita e muore

  • Novara, controlli dei vigili nei negozi: sequestrate scarpe da ginnastica contraffatte

  • Festa fra studenti in un locale al Ticino si trasforma in una lite

  • Incidente in montagna, è Maurizio Bruschi il novarese precipitato durante un'escursione

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 15 e 16 febbraio

  • Tragedia a Novara, si sente male al funerale del marito: morta 84enne

Torna su
NovaraToday è in caricamento