Nuovo blitz notturno di Ncd

Questa volta gli esponenti locali del Nuovo CentroDestra hanno preso di mira un locale di viale Manzoni, che è stato (simbolicamente) "chiuso per degrado"

Tornano in azione, con il classico blitz notturno, gli esponenti locali del Nuovo CentroDestra.

Questa volta, ad essere presa di mira è stata la zona della stazione, e in particolare viale Alessandro Manzoni. Qui, nella notte, il locale "Divina Quisqueya" è stato (simbolicamente) "chiuso per degrado".

"Con un blitz dimostrativo e assolutamente pacifico - hanno commentato gli esponenti di Ncd - il Nuovo CentroDestra ha voluto dare voce a tutti quei residenti che da anni sopportano una situazione di degrado, che sta aumentando in maniera esponenziale".

Con questa azione simbolica, Ncd vuole invitare "le istituzioni a trovare finalmente soluzioni definitive, poiché la vivibilità della zona Ploto/Manzoni/San Francesco e dintorni, peggiora di giorno in giorno".

"Noi del Nuovo CentroDestra - hanno aggiunto gli esponenti locali del partito - crediamo che i cittadini che pagano le tasse abbiano  il sacrosanto diritto di vivere in un ambiente civile. Chi risiede in questa zona invece deve sopportare e subire ingiustamente tutte le oscenità possibili: prostituzione, traffici inequivoci, schiamazzi, bivacchi, strade trasformate in latrine e discariche di rifiuti".

Secondo Ncd, infatti, "il crescente flusso di variegati personaggi in questa area è ormai considerevole, perché attratto soprattutto dall'irrazionale e mai gestito insediamento di locali etnici di ogni tipo e che offrono tutte le distrazioni possibili. Rilevante in particolare, il  numero di nord e centro africani che, in quantità sempre crescente, occupano la scena lungo l'arco di tutta la giornata. Possiamo pensare  si sia ormai consolidato, in questa zona, un vero e proprio punto di incontro fondamentale di alcuni individui per partecipare ad attività lecite ed illecite, e dare il proprio contributo di inciviltà per far galoppare un degrado che nessuno pare sia interessato a fermare".

"Chiediamo - concludono dal Nuovo CentroDestra - che l'amministrazione si attivi con azioni e provvedimenti veri e forti per un'area che sembra fuori controllo e che pare diventata una zona franca a scapito dei cittadini perbene".

Potrebbe interessarti

  • Nuovo ospedale di Novara, a rischio il progetto della Città della Salute

  • 5mila trapianti di rene eseguiti in Piemonte: l'ultimo a Novara

  • Città della salute, l'ordine dei medici: "Non ci interessano le beghe politiche, si dia il via libera"

I più letti della settimana

  • Motociclista novarese di 25 anni muore in un incidente in Calabria

  • Novara, le baby gang tengono in ostaggio la zona del Carrefour di viale Giulio Cesare

  • Giovane novarese scomparso in Spagna: l'appello della famiglia

  • Lite in casa tra due coinquilini: uno dei due lancia il cane dalla tromba delle scale

  • Cosa fare in città: gli appuntamenti del fine settimana di Ferragosto

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

Torna su
NovaraToday è in caricamento