Elezioni politiche 2013: Montezemolo a Novara per sostenere la lista Monti

Il presidente della Ferrari è intervenuto in un appuntamento organizzato dai candidati novaresi di "Scelta Civica - Con Monti per l'Italia". Montezemolo: "L'Italia di oggi è come un'auto lenta e pesante"

L'Italia di oggi è come un'auto di Formula 1 lenta e pesante.

Con queste parole il leader di Italia Futura Luca Cordero di Montezemolo è intervenuto oggi, mercoledì 6 febbraio, a Novara in un appuntamento elettorale per sostenere i candidati novaresi di "Scelta Civica - Con Monti per l'Italia".

All'incontro, che si è svolto presso la Sala Borsa, hanno partecipato anche il candidato novarese Giovanni Falcone, Gianluca Susta, Mariano Rabino e la candidata del Vco Vittoria Albertini.

"Quello di oggi - ha detto Falcone dando il via agli interventi - è un appuntamento paragonabile a pochi altri passaggi decisivi della storia dell'Italia. C'è bisogno di un nuovo futuro per l'Italia, abbiamo bisogno di voltare pagina, dobbiamo riprendere per mano queso Paese, salvato dal baratro grazie a Monti, per ridarle il posto che merita in Europa e nel Mondo".

E secondo Rabino, candidato alla Camera per il Piemonte2, "tre anni fa Italia Futura aveva visto giusto: quello italiano è un sistema politico ingessato, che ha fatto perdere 20 anni all'Italia. E Scelta Civica non ci sarebbe mai stata senza l'esperienza di Italia Futura e Montezemolo. Dobbiamo sforzarci di mettere in campo una nuova politica. Come? Impegnandoci sul serio a dimezzare i parlamentari e le loro indennità".

Per Susta, candidato al Senato in Piemonte, "Il mondo ci sta guardando e noi dobbiamo essere capaci di rispondere alle aspettative che ci sono nei nostri confronti. Dobbiamo impegnarci per uno stato più capace, più capace di rispondere ai bisogni dei cittadini. E' essenziale riportare il dibattito su quello che vogliamo e non su ciò che è stato".

L'intervento di Montezemolo si è concentrato sulle azioni da intraprendere per riportare l'Italia verso un futuro migliore. "Quando ho fondato Italia Futura tre anni fa - ha detto il presidente della Ferrari - volli iniziare a riflettere su un fatto: se non facciamo niente, non possiamo lamentarci per il futuro dell'Italia. Io non mi sono candidato, ma trovo sbagliato non provare a fare qualcosa: per questo sono qui, perchè abbiamo bisogno di un recupero di credibilità".

"Sono scandalizzato - ha detto Montezemolo - nel sentire politici italiani che parlano del nostro Paese come se non avessero avuto un ruolo fondamentale in questi ultimi 20 anni. Queste elezioni sono molto importanti perchè aprono alla terza Repubblica, in questo panorama c'è una grossa novità: Scelta Civica, che alla Camera presenta liste fatta di persone che vengono dalla società civile".

Per il leader di Italia Futura, l'Italia è un paese che va riscattato, per potersi rimettere al passo con il resto del mondo. "Basta guardarsi indietro - ha ribadito Montezemolo - guardiamo avanti e facciamo entrare in politica persone per bene e competenti, perchè questo Paese va ricostruito anche eticamente e moralmente".

Secondo Montezemolo sono sei i punti fondamentali, le priorità sulle quali concentrarsi per rinnovare l'Italia: la riforma dello Stato, il ruolo dello Stato, la crescita economica, la cultura e il turismo.

"Abbiamo bisogno - ha detto Montezemolo - di uno stato più efficiente, più snello e meno costoso. Dobbiamo per prima cosa cambiare la legge elettorale, che è una delle più grandi umiliazioni per gli italiani, e dobbiamo pretendere che lo Stato faccia un passo indietro per concentrarsi sulle attività per cui i cittadini pagano le tasse: bisogna vendere e liberalizzare. In Italia abbiamo uno straordinario potenziale, ma bisogna facilitare le imprese che investono e producono nel nostro paese, diminuendo le tasse e la burocrazia, facilitando l'accesso al credito e aumentando la ricerca".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Montezemolo ha concluso il suo intervento con un pensiero, una preoccupazione: "A queste elezioni - ha detto - se la lista Monti non avrà grande successo si rischia di vedere le stesse persone che mai cambieranno qualcosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento