Regionali 2014: la campagna di Augusto Ferrari entra nel vivo

Tra il 25 aprile e l'avvio del tour di ascolto sul territorio, all'insegna dello slogan "La Regione cambia, avrà le orecchie. Per decidere vi ascolteremo"

La memoria della Resistenza e l'ascolto delle attese e delle speranze dei cittadini: sono i due punti di partenza della campagna elettorale di Augusto Ferrari, capolista del Partito Democratico per le elezioni regionali del prossimo 25 maggio.

Il percorso di Ferrari - avviato già negli scorsi giorni con una significativa campagna di affissioni murali in tutta la provincia e con l'apertura della sede del Comitato Elettorale in corso Cavour a Novara, oltre che con una intensissima attività sul web e sui social network - entra ora nel vivo.

Domani, ricorrenza del 25 aprile, Ferrari parteciperà alla cerimonia ufficiale che si svolgerà a Novara, prima con l'omaggio ai caduti e poi al Broletto. A seguire, il candidato del Pd porterà un saluto al pranzo del 25 aprile organizzato a Pernate, e poi raggiungerà Romagnano Sesia dove parteciperà al pranzo ufficiale promosso dall'Anpi.

"Sarò idealmente vicino - ha commentato il candidato - anche a tutte le altre iniziative in programma domani sull'intero territorio provinciale, a cominciare dal Pranzo Resistente in programma a Novara presso la parrocchia di Sant'Antonio. Non mi é possibile essere fisicamente presente dappertutto, ma lo sarò con il cuore".

Dopo la memoria della Resistenza, domenica 27 aprile comincia la nuova fase della campagna di Ferrari sul territorio. All'insegna dello slogan "La Regione cambia, avrà le orecchie. Per decidere vi ascolteremo", prende il via un intenso tour di ascolto sul territorio. Incontri con i cittadini per presentare la candidatura, ma soprattutto per ascoltare i problemi, raccogliere le richieste, fare tesoro dei suggerimenti.

La prima tappa del tour che nei prossimi giorni vedrà Ferrari toccare tutti i principali centri della provincia, sarà domenica 27 aprile a Galliate in piazza Castello, al Bar Due Colonne.

"Ascoltare per decidere e decidere per cambiare in meglio il territorio - ha sottolineato Ferrari - questo è il mio metodo. Quindi non aspettatevi solo un mio discorso, ma anche domande. Domande che vi farò per capire cosa non funziona, cosa la Regione può fare meglio e ascoltare vostre idee e progetti da portare a Torino con me".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • Fontaneto D'Agogna, muore stroncato da un infarto mentre fa jogging

  • I 5 migliori ristoranti sul Lago d'Orta

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

  • Blocco del traffico a Novara, facciamo chiarezza: chi può circolare e chi no

  • Come eliminare il calcare dal box doccia, sanitari, rubinetti e wc

Torna su
NovaraToday è in caricamento