Movimento 5 Stelle: passa in Regione ordine del giorno sui referendum

I 'Grillini' sollecitano le modifiche statuarie in Piemonte. La proposta in Consiglio regionale: eliminare il quorum dai referendum regionali e consentire il voto elettronico o per posta

Eliminare il quorum dai referendum regionali e consentire il voto elettronico o per posta.

E' questa, in sintesi, la proposta che i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno presentato oggi, mercoledì 9 maggio, durante l'assemblea a Palazzo Lascaris. L'ordine del giorno dei 'Grillini' è stato approvato dal Consiglio.

"L'obiettivo - spiegano i consiglieri del Movimento 5 Stelle - è quello di sollecitare la discussione di due proposte di legge depositate dal nostro gruppo. Per quanto ci riguarda, é fondamentale intervenire a livello statutario per modificare due caratteristiche del referendum".

Secondo i 'Grillini' una possibilità potrebbe essere quella di rendere fattibile l'accorpamento della consultazione popolare con altre votazioni politiche, tramite la possibilità di svolgere il referendum su due giornate e non solo su una come avviene ora.

"Come non esiste per le elezioni amministrative e le politiche - aggiungono - sarebbe auspicabile togliere il quorum anche per il referendum: questo toglierebbe forza anche al non-voto che ad oggi prevale su chi va ad esercitare il proprio diritto-dovere di voto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achraf travolto da una moto mentre era in bicicletta

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

Torna su
NovaraToday è in caricamento