Trecate, il Pd contro l'amministrazione di Federico Binatti

Il Partito Democratico attacca il sindaco per la scelta di uscire dal Consorzio che sostiene l'Istituto storico della Resistenza e società contemporanea di Novara e di abbandonare "Avviso Pubblico"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Se tre indizi fanno una prova, la neoeletta amministrazione del Comune di Trecate conferma tutte le preoccupazioni emerse durante la campagna elettorale, in cui abbiamo stigmatizzato le posizioni radicali della coalizione di destra che ha sostenuto la candidatura di Federico Binatti.

Appena indossata la fascia tricolore il sindaco toglie dal suo ufficio la bandiera della pace, nei giorni scorsi annuncia che Trecate uscirà dal Consorzio che sostiene l’Istituto storico della Resistenza e società contemporanea di Novara, intitolato a Piero Fornara, e se non bastasse anche l'abbandono di "Avviso pubblico", associazioni di Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, cui Trecate ha aderito con l'amministrazione Ruggerone dando un chiaro messaggio per la legalità e la trasparenza.

Scelta discutibile la prima, del tutto insensate le altre. L'istituto storico non solo tiene viva e valorizza la memoria storica della Resistenza, ma testimonia il ricordo dei valori e delle scelte di quegli uomini che hanno contribuito a costruire le fondamenta della nostra democrazia. Una funzione importante, riconosciuta da 81 Comuni e le Province di Novara e del Vco che ne sostengono l'attività.

Per quanto riguarda "Avviso pubblico" sembra superfluo ricordare, anche alla luce delle recenti operazioni della Dda di Milano che ha sgominato la 'ndrina di Santhià, che operava in tutto il Piemonte, provincia di Novara compresa, quanto sia importante mantenere alta la guardia sul fronte della criminalità organizzata. I segnali in questo senso devono essere chiari ed inequivocabili: un passo indietro è semplicemente incomprensibile.

Le due decisioni dovranno essere ratificate dal Consiglio comunale. Il Partito Democratico auspica che i consiglieri dimostrino senso di responsabilità e coscienza civica non lasciandosi trascinare in una direzione che nulla ha a che vedere con la buona amministrazione. 

La segreteria provinciale del Partito Democratico Novara 
Il Circolo Pd Trecate

I più letti
Torna su
NovaraToday è in caricamento