Edilizia sanitaria e apparecchiature mediche, per il Piemonte 160 milioni in più

Lo ha confermato l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta: "Stiamo preparando i progetti"

L'assessore Saitta

"Le Regioni hanno ottenuto un ulteriore aumento di 2 miliardi di euro sul Fondo sanitario nazionale, da destinare agli investimenti. Per il Piemonte si tratta di circa 160 milioni di euro in più per acquistare apparecchiature mediche e per lavori di edilizia sanitaria".

Lo ha annunciato lunedì mattina l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino.

"L’incremento è contenuto nella Legge di bilancio che sarà approvata a breve dal Parlamento - ha sottolineato l’assessore Saitta -. Come Piemonte abbiamo già pronte richieste delle aziende sanitarie per finanziare acquisti di tecnologie e apparecchiature mediche per circa 50 milioni di euro. Gli uffici dell’assessorato alla Sanità sono pronti a presentare le richieste non appena la legge sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale".

"Le altre risorse - ha concluso l’assessore - verranno impiegate per l’edilizia sanitaria, in particolare per lavori inerenti alla sicurezza degli ospedali, ad ampliamenti e ristrutturazioni e all’umanizzazione delle cure. Nelle prossime settimane inizieremo a preparare i progetti".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivo a Novara: 6 locali da non perdere

  • Ospedale Maggiore, ostetricia e ginecologia al vertice della classifica regionale

  • Borgomanero, Mauro Porta nuovo primario di Ortopedia e Traumatologia

  • L'Ordine dei medici contro la "fuga" all'estero dei giovani dottori

I più letti della settimana

  • Piscine a Novara: tutte le tariffe e gli orari dell'estate 2019

  • Incidente a Novara: si ribalta in pieno centro a Pernate

  • Ritrovato a Galliate il geometra scomparso da lunedì: sta bene

  • Ghemme, punto da un insetto: tenta di salvarsi ma muore il giorno dopo

  • Geometra scomparso a Bellinzago: l'appello della famiglia

  • Borgomanero, azienda evade oltre un milione di euro: scoperti anche 15 lavoratori in nero

Torna su
NovaraToday è in caricamento