10 consigli alimentari per combattere il caldo - afa

Dalle zucchine al cocomero, dai cetrioli al limone passando per la carne di pollo: contro il caldo e l'afa, l'importante è che siano leggeri, pieni d'acqua e ricchi di carotenoidi per proteggere la pelle dai raggi del sole

In estate serve una dieta composta da veri e propri cibi anti-afa perché il caldo si sa, non stimola l’appetito ed è facile avere la tentazione di saltare i pasti o mangiare poco. Invece puoi ricorrere ad alcuni alimenti che ti aiutano a sopportare il caldo estivo e a mangiare nel modo corretto.

Ecco 10 semplici consigli da seguire:

1 - Bere tantissima acqua!
Il nostro organismo è composto per circa il 75% di acqua e necessita di circa 3 litri d'acqua al giorno: un litro e mezzo viene introdotto con ciò che mangiamo e il restante litro e mezzo con l’acqua che beviamo. Normalmente si consiglia di bere circa 8 bicchieri di acqua al giorno, ma d’estate si suda molto: meglio consumarne almeno 10. Un trucco? Berne uno appena svegli e l'ultimo prima di dormire.

2 - No ad alcolici e bibite zuccherate
Evitare di bere alcolici e superalcolici: stimolano la sudorazione, causano disidratazione, limitano l'assorbimento delle vitamine. Bere poche bevande gassate, zuccherate, troppo fredde. Bere meno caffè, bevande a base di tè e di cola: sono eccitanti, aumentano la vasocostrizione e la diuresi provocando la disidratazione.

3 - Più frutta di stagione ricca d'acqua
La frutta, ricca di sali minerali, vitamine e antiossidanti, va consumata non solo dopo i pasti ma anche durante il giorno. Quale? Quella più ricca di acqua: meloni e cocomeri soprattutto. Bene anche fragole, ciliegie, albicocche, pesche, fichi. Sì anche a succhi di frutta ma senza zuccheri aggiunti. E tante macedonie di frutta. 

Il numero uno è certamente lui: il cocomero (o anguria), il frutto estivo per antonomasia. Ricco di carotenoidi, sostanze antiossidanti fondamentali per contrastare i radicali liberi, è costituito per oltre il 90% da acqua ma contiene anche grandi quantità di vitamine A, C, B e B6, oltre a sali minerali come il potassio e il magnesio, ottimi alleati per combattere quel senso di spossatezza tipico della canicola estiva. Caratteristiche simili valgono anche per il melone, anche lui composto al 90% d’acqua e ricco di vitamina A e C, fosforo e calcio. L’alta percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici anche sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. E per la pesca (acqua all’87%), ricca di potassio, ferro e vitamina C. Leggermente lassativa e diuretica, ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti. Grazie alla presenza di calcio e potassio, è anche mineralizzante, tonificante e ricostituente, ottima per rafforzare denti e ossa, oltre a proteggere la pelle e gli occhi grazie alla presenza di betacarotene.

4 - Tanta verdura (meglio cruda)
Fresca, leggera, ricca d’acqua. La verdura estiva, da consumare soprattutto cruda, dovrebbe essere la regina delle tavole estive e può essere anche assunta all'inizio dei pasti per tamponare il senso di fame. Farete il pieno di vitamine, minerali e antiossidanti soprattutto con carote, finocchi, pomodori, cetrioli, peperoni, sedano, radicchio, zucchine e fagioli dall'occhio.

La principessa delle verdure anticaldo è indubbiamente la zucchina. Ortaggio di stagione con un bassissimo valore calorico, è composta al 95% da acqua ed è un’ottima fonte di minerali come potassio, ferro, calcio e fosforo. Oltre che di vitamina A e C e di carotenoidi, in grado di favorire l’abbronzatura. Caratteristiche simile a un’altra verdura di stagione, il cetriolo, costituito al 96% da acqua e contenente buone quantità di vitamina C, aminoacidi e sali minerali come potassio, calcio, fosforo e sodio. È un buon diuretico, rinfresca e ha un’azione disintossicante.

5 - Pesce
Il pesce, secondo le linee guida nutrizionistiche, dovrebbe essere assunto tutto l'anno almeno tre volte a settimana. Mangiamolo a maggior ragione d'estate (meglio alla griglia o al forno) per il suo contenuto di acidi grassi polinsaturi e per la sua alta digeribilità. Meglio scegliere il pesce azzurro: è meno caro e contiene più omega 3.

6 - Meno carni e salumi
Mangiare meno carne rossa e meno salumi per diminuire l'introito calorico totale e la quantità dei grassi saturi. La carne più consigliabile è quella più leggera, ovvero il pollo: ha un buon contenuto proteico.

7 – Mangiare poco e spesso
Pasti leggeri e tanti spuntini durante il giorno. Via libera a spremute, frullati, frappè a base di frutta fresca e latte. E poi a centrifugati di verdura, yogurt, gelati alla frutta, ghiaccioli. Frullati e spremute devono essere consumati subito per evitare che si ossidino alcune vitamine.

8 - Piatti unici e leggeri
Evitare pasti completi con primo, secondo, contorno e frutta. Meglio piatti unici che garantiscono un'alimentazione completa e leggera. Mangiare insomma poco e spesso, facendo pasti leggeri conditi con olio extravergine a crudo. Evitare quindi i fritti, i condimenti troppo elaborati e ricchi di grassi.

9 - Ridurre il sale
Consumare poco sale (trattiene i liquidi) e prediligere il sempre quello iodato.

10 – Occhio al frigorifero
Rispettare attentamente le modalità di conservazione degli alimenti in frigorifero e mantenere la catena del freddo degli alimenti che lo necessitano usando borse termiche per i pic-nic. Ricordare che i cibi conservati a lungo in frigorifero rischiano un peggioramento nutrizionale e una contaminazione da microrganismi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borgomanero, chiuso dal Questore il bar Capolinea: "Abituale ritrovo di persone pericolose"

  • Fontaneto, schianto mortale: e' un anziano di Oleggio molto conosciuto la vittima dell'incidente

  • Fontaneto, schianto fra due auto: è morto l'uomo portato in gravi condizioni a Borgomanero

  • Fontaneto, schianto fra auto: un uomo in pericolo di vita e una altro gravissimo in rianimazione

  • Palpeggia una bambina sulle scale del condominio: in manette 24enne di Novara

  • Incidente a Novara, pedone investito da un'auto in corso Risorgimento

Torna su
NovaraToday è in caricamento