← Tutte le segnalazioni

Altro

Due delle birre migliori del mondo sono novaresi

Via Stefano Niccolini, 7A · Oleggio Castello

L’umore è frizzante al Birrificio Diciottozerouno di Oleggio Castello dopo aver vinto 2 medaglie d’oro all’European Beer Star 2019 di Norimberga: "La Ruggine e la Granata sono state riconosciute come due delle migliori birre del mondo, e questo premio riflette la nostra dedizione nel mantenere standard qualitativi elevati - dice Marco Bonfà, uno dei due titolari - Prodotte sin dall’apertura del birrificio nel 2014, Ruggine (una American pale ale, luppolata e profumatissima) e la Granata (una Belgian strong ale, corposa ed alcolica) sono sempre state due delle birre più apprezzate dalla nostra clientela".

L’European Beer Star è una delle competizioni più serie e selettive al mondo: quest’anno è giunto alla sua 16esima edizione, dove 2483 birre da 47 paesi da tutto il mondo sono state messe sotto esame da una giuria internazionale di 145 membri formata da giudici, mastri birrai, biersommelier ed esperti del settore. Una degustazione alla cieca di due giorni ad ottobre ha decretato i vincitori per ogni stile birrario. I premi conseguiti non sono gli unici dal birrificio novarese: l’oro e migliore del concorso per la Ocra in Belgio nel novembre 2018, e a febbraio un argento per la Granata sia al Barcelona Beer Challenge in Spagna e al Birra dell’anno a Rimini. Sempre a Rimini la birra "base" del birrificio, la Grün ha conseguito anch’essa un argento, e una menzione d’onore è stata assegnata per la birra più "forte", la Plaid.

"Parrebbe di essere sulla buona strada - dice Davide Sica, l’altro titolare nonché fondatore del birrificio a due passi dal Lago Maggiore - speriamo che questi premi ci diano visibilità per permetterci di investire nel nostro progetto e migliorare ulteriormente".

In foto (da sinistra): Marco Bonfà, Marco Scotti (titolare del pub Covo di Novara e socio del birrificio) e Davide Sica.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
NovaraToday è in caricamento