Coldiretti e Istituto ‘Maggia’ promuovono l'agroalimentare

Già a partire della prossima settimana, il protocollo consentirà una collaborazione operativa. L'albergo Stella Alpina di Druogno in un laboratorio didattico per le classi seconde

L’Istituto di Istruzione Superiore ‘E. Maggia’ di Stresa e Coldiretti collaborano per promuovere i prodotti tipici nella ristorazione e nei percorsi di formazione dei giovani studenti. Un protocollo importante quello sottoscritto nei giorni scorsi a Stresa dal Dirigente scolastico dell’Istituto, dottoressa Manuela Miglio e dal direttore dell’organizzazione agricola, Gian Carlo Ramella. Il protocollo prevede interventi di collaborazione e interazione per approfondire le dinamiche delle filiere agroalimentari, della conoscenza storica e produttiva dei prodotti dell’agricoltura del Novarese e nel Vco e delle relative ricette con cui essi vengono declinati. Inoltre, sono possibili visite di approfondimento e istruzione per i ragazzi nelle imprese agricole del territorio e percorsi di stage presso le strutture – sempre legate alle imprese agricole associate a Coldiretti – che operano nel campo della ricettività (agriturismi) o nella trasformazione diretta dei prodotti agroalimentari.

Già a partire della prossima settimana, il protocollo consentirà una collaborazione operativa in occasione del progetto che vedrà l’Istituto per l’Enogastronomia e l’Accoglienza Turistica “Erminio Maggia” di Stresa ‘trasformare’ l’albergo Stella Alpina di Druogno in un laboratorio didattico per le classi seconde. Coordinati dai professori di cucina, professori Roberto Abbondio e Alessandro Lana, i ragazzi opereranno a fianco di due chef emergenti del territorio, Alessandro Elefante e Christian Fornara. L’iniziativa prevede anche un intervento di Jacopo Fontaneto, responsabile comunicazione di Coldiretti Novara Vco e critico gastronomico, che parlerà ai ragazzi della tradizione agroalimentare del territorio e dell’importanza di proporre – e promuovere - nel giusto modo i prodotti locali nei menu e nelle ‘liste delle vivande’ al ristorante. Alla cena parteciperanno giornalisti e critici gastronomici di importanti guide nazionali. Un percorso di ampia portata, che porterà in valle Vigezzo oltre 200 allievi.

Fondato nel 1938, dai tempi del primo e indimenticato preside e fondatore, prof. Albano Mainardi, l’Istituto Alberghiero ‘Maggia’ è considerato tra i migliori in Europa e nel mondo: vi studiano attualmente circa 800 allievi provenienti in gran parte (70%) fuori dal comprensorio delle due province di Novara e Vco  nel cui baricentro, appunto, si trova la città di Stresa. Gli  allievi trovano sbocco occupazionale sia in Italia che all’estero: il 30% prosegue gli studi all’università (economia del turismo, scienze alimentari e gastronomiche presso la facoltà di agraria, economia del turismo, giurisprudenza), il 30-40% nel mondo del lavoro, sempre nel campo di specializzazione ristorativa, alberghiera e dell’accoglienza, mentre 20% sceglie altre strade professionali. Il percorso di specializzazione dei ragazzi diplomati o agli ultimi anni di studio, molto di frequente porta gli stessi a contatto con importanti realtà alberghiere all’estero: occasione di apprendimento, ma anche di interscambio e di promozione della conoscenza dei prodotti e delle tradizioni agroalimentari delle nostre province.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
NovaraToday è in caricamento