Il gusto in fiera nella provincia novarese

Inizia l'edizione 2014 dell'atteso appuntamento con le delizie del palato. Sabato 1 e domenica 2 febbraio in Corso Mazzini e Corso Cavour a Borgomanero. E per i bimbi (e non) la merenda-laboratorio del "mastro miaccere"

Un omaggio ai sensi, una festa di colori sapori e odori: tutto in un unico evento. Torna la Fiera del Gusto a Borgomanero nel week end dell'1 e 2 febbraio dalle 9 alle 19 saranno i Corsi Mazzini e Cavour ad ospitare i banchi ricchi di sfiziosità, prodotti genuini e del territorio e laboratori, animazioni e iniziative tutte all'insegna del buon gusto.
Ci sarà l’imbarazzo della scelta tra le varie bontà dell'Alto Piemonte, con i produttori del progetto Alto Piemonte Experience, ma anche piacevoli diversioni dal Torinese, Langhe, Monferrato, Varesotto e da diverse regioni d'Italia. La fiera, organizzata in collaborazione con il comune di Borgomanero e la Pro Loco, è un'occasione per assaggiare e acquistare salumi e formaggi, dolci, vini, birre, marmellate e confetture.

Per i più piccoli (ma non solo), la possibilità di partecipare - sabato e domenica dalle 15,30 fino alle 16,30, presso lo Stand Miacciò in Corso Roma - alla merenda-laboratorio del "mastro miaccere" valsesiano Andrea Cucciola di Miacciò, di Borgosesia (VC): al costo di cinque euro divertimento dei bimbi e apprendimento per i più grandi con "Ora di Merenda..È tempo di Miaccia".  Un "laboratorio" per cimentarsi a "miacciare" e, alla fine, fare merenda tutti insieme.

Farina bianca, latte, uova e il tipico "ferro" per la cottura sul fuoco o sulla piastra. Non occorre altro per la preparazione della "miaccia", l'antico pane valsesiano inventato nel tardo Medioevo dalle genti walser (che le chiamavano Miljntscha). Oggi è una succulenta merenda o uno sfizioso stuzzichino: si può mangiare al naturale, più croccante, come ricetta originale; nella maggior parte dei casi però viene farcita con toma, gorgonzola, salumi, ma la farcitura più tipica rimane il salignun (formaggio fresco mescolato con peperoncino e sapori vari, ndr). Nei giorni di festa viene preparata dolce con marmellata di mirtilli e panna, miele, burro, confetture o cioccolato spalmabile. Insomma, nell’indecisione su come la si preferisce una certezza c’è: è impossibile resistere!

Quello di domenica prossima è solo il primo degli appuntamenti che continueranno anche nei primi week end di marzo, maggio, giugno, ottobre, novembre e dicembre 2014.

Come arrivare: uscita autostrada A26 Borgomanero, seguire indicazioni per Borgomanero e poi centro. In treno, stazione di Borgomanero. (La fiera è a circa 800 metri). E buon divertimento! 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
NovaraToday è in caricamento