Occhio alla Natura, la biodiversità spiegata ai bambini

Visite guidate, lezioni interattive tramite veri e propri strumenti scientifici, escursioni nel parco del Ticino e incontri su singole tematiche: tutto (gratuito) in un unico progetto nato dalla collaborazione del Comune di Novara e il Museo Faraggiana Ferrandi

@Alessandro Vecchi

Il Comune di Novara ha messo in campo un’altra iniziativa a favore dell’Ambiente e per l’anno scolastico 2013 – 2014 ha attivato un nuovo corso per la didattica al Museo Faraggiana Ferrandi: “Occhio alla Natura”, il titolo,  ricorda che “l’amore per l’ambiente non si nutre di sola conoscenza teorica – è spiegato nella brochure -, ma anche di quell’attenzione che l’essere umano riserva alle specie più rare e agli ambienti più a rischio, incominciando da animali e piante che vivono intorno a noi, nelle nostre città, campagne e parchi naturali del territorio.

Sono ormai un appuntamento tanto atteso quanto ineludibile le visite guidate per classi scolastiche di ogni ordine e grado, durante le quali il museo è visto come veicolo in grado di stimolare nei giovani la passione nei confronti delle Scienze Naturali. Sono previste poi, non solo per i più avventurosi,  le escursioni all’interno dello straordinario Parco Fluviale del Tisino Piemontese, per ché diventi empirico quel che si apprende dai libri o si vede nei musei.

E se con un occhio ci si focalizza su tutta la Natura, con l’altro si spia gli animali. Con le lezioni interattive nei laboratori didattici del museo, supportate da proiezioni, esame di reperti e attrezzature scientifiche si illustra alle classi il rapporto tra il museo, gli animali e l’ambiente naturale, attraverso l’incontro con un naturalista del museo. Tutto offerto gratuitamente.

L’offerta di quest’anno è doppia: per la prima volta, oltre ai laboratori, gli insegnanti potranno scegliere  lezioni tenute da esperti della didattica museale, su tematiche trattate dal programma scolastico, dalla paleontologia all’anatomia delle ossa, passando per l’evoluzione della specie.

Attraversando il  lungo percorso espositivo permanente nelle sale e nel Giardino didattico, ma anche durante le escursioni,  guidate dai naturalisti del museo, al parco del Ticino, nella riserva delle lanche di Cameri,  protagonista è sempre la biodiversità. Se si pensa che la Banca Mondiale  ha ammonito su come e quanto l’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali, la distruzione degli habitat e l’introduzione di specie invasive stiano minacciando la Biodiversità sulla Terra; se si pensa che sono ben 19.817 le specie a rischio di scomparsa e inoltre, oggi il tasso di estinzione è 100 volte maggiore di quando l’uomo non era presente sulla Terra. Se si pensa a tutto questo, allora si comprende che l’importanza della biodiversità è meglio capirla da bambini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
NovaraToday è in caricamento