Oleggio Magic Basket, torna il Teddy Bear Toss

Lancio di peluches in campo per una buona causa

Sport e solidarietà. L’Oleggio Magic Basket è lieta di annunciare la quarta edizione del Teddy Bear Toss, l’ormai consueto lancio dei peluche in campo. L’appuntamento è fissato per sabato 11 gennaio alle 21 allo SportCube di Cameri in via Baracca 74 in occasione della prima giornata del girone di ritorno contro Fortitudo Alessandria Sandara.

Esattamente come successo per le edizioni precedenti, anche quest’anno i peluche raccolti saranno consegnati a Casa Alessia Onlus, l’associazione di volontariato che opera in Italia e all’estero, la cui mission è la realizzazione di progetti sociali rivolti ai poveri e bisognosi di tutto il mondo, specialmente i bambini. Associazione sì, ma possiamo dirlo: ormai un gruppo di amici sinceri, a partire dal presidente Giovanni Mairati, e con cui è un piacere condividere momenti come questi.

L’iniziativa è molto semplice: dopo il primo canestro, sia esso di casa o avversario, gli spettatori dovranno lanciare in campo un peluche portato appositamente al palazzetto. Il fine è solo uno ed è ben preciso: donare un sorriso ai bambini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Promemoria per tutti: sabato sera portare al palazzetto non solo la voglia di tifare per gli Squali, ma anche un dono da lanciare in campo!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento