Igor Volley, ottavo successo in campionato: superata Monza per 3-0

Le azzurre hanno rimontato dopo un inizio complicato (1-7) e vinto al fotofinish il primo parziale, per poi giocare in scioltezza i due set successivi

Foto di archivio

Ottavo successo in altrettante gare di campionato, per la Igor Volley di Massimo Barbolini, vittoriosa nello scontro con Monza in tre set. Le azzurre, protagoniste di un’ottima prova corale e orchestrate al meglio da Lauren Carlini (cui è andato il Premio Zanzara CMI Industries del match; al capitano Francesca Piccinini, invece, l’MVP Mirato), hanno rimontato dopo un inizio complicato (1-7) e vinto al fotofinish il primo parziale, per poi giocare in scioltezza i due set successivi.

Igor in campo con Carlini in regia ed Egonu opposta, Chirichella e Veljkovic centrali, capitan Piccinini e Bartsch-Hackley schiacciatrici e Sansonna libero. Monza con Ortolani opposta a Hancock, Adams e Melandri al centro, Begic e Orthmann in banda e Arcangeli libero.

Monza parte subito forte e scappa 1-7 sul turno in battuta di Orthmann, con Barbolini che ferma subito il gioco; al rientro in campo la Igor ricuce lo strappo un po’ alla volta (diagonale di Egonu per il 3-7, poi muro di Chirichella su Adams, 7-10) e dopo una gran difesa di Sansonna è Bartsch-Hackley a fare 8-10 in pipe. A quota 16, con la neoentrata Plak, arriva l’aggancio e dopo l’ace di Begic (16-18) arriva anche il sorpasso con Egonu, sul 19-18. Si va avanti punto a punto fino al 22-21 (primo tempo di Chirichella), Zannoni entra in battuta ed Egonu fa il break (23-21) che si rivelerà poi decisivo: finisce 25-23 con un errore in battuta dell’ex Partenio.

Novara riparte di slancio (4-0, ace di Chirichella) mentre Falasca inserisce Partenio in sestetto con Bartsch-Hackley ed Egonu che capitalizzano le difese di Carlini e Sansonna per l’8-1. La regista americana fa 12-4 a rete, Falasca sfrutta entrambi i timeout ma è Bartsch-Hackley ad ampliare il gap in diagonale, sul 16-7. Monza non reagisce, Egonu fa 20-8 e Veljkovic in primo tempo trova il 21-9 mentre il sestetto ospite viene rivoluzionato invano; finisce 25-15 con la parallela di Egonu.

Monza riparte con Bianchini in banda e Devetag al centro, Novara accelera con Piccinini (grandissima diagonale per il 5-3) e dopo un fallo di rotazione di Monza (6-3) è ancora il capitano a firmare l’ace del +4 (10-6). Egonu aumenta il ritmo (14-9, maniout), Falasca ferma il gioco e Hancock trova l’ace del 16-13) ma Monza non riesce a diminuire il gap (19-16) mentre Novara sfrutta al meglio una gran difesa di Carlini (22-17). Finisce 25-19, con Piccinini che trova, con la mano mancina, il maniout del 3-0.

"Sono contento per la prova della mia squadra e, ancor di più, per il cammino compiuto - ha commentato Massimo Barbolini - abbiamo sempre vinto in campionato, perdendo per strada un punto appena e ottenendo una vittoria a suo modo storica come quella di Conegliano, la prima da tre punti per il club. Oggi, dopo un inizio negativo, abbiamo sempre tenuto un ritmo altissimo".

Potrebbe interessarti

  • Ospedale Maggiore, ostetricia e ginecologia al vertice della classifica regionale

  • Come pulire ed igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Gli alimenti che NON devono essere conservati in frigo

  • Il frigorifero che fa tutto da solo

I più letti della settimana

  • Piscine a Novara: tutte le tariffe e gli orari dell'estate 2019

  • Incidente mortale a Trecate: perde il controllo della moto e finisce in una risaia

  • Verbania: la avvisano della morte del padre, si sente male e muore anche lei

  • Ritrovato a Galliate il geometra scomparso da lunedì: sta bene

  • Incidente in autostrada, schianto fra tre auto: sette feriti, in coma una bambina di 5 anni

  • Incidente mortale a Trecate, è Massimiliano Costa il 43enne trovato morto in una risaia

Torna su
NovaraToday è in caricamento