Novara Pescara 0-2: parlano gli addetti ai lavori

L'andata della semifinale play off è finita a favore del Pescara che sembra avere la strada spianata per la finale, ma gli Azzurri andranno in Abruzzo per vincere. De Salvo, Teti, Baroni e Oddo commentano la prestazione

"Abbiamo cercato di essere più offensivi, sono orgoglioso dei ragazzi, mi spiace com'è andata, ma questo è il calcio - commenta l'ad Massimo De Salvo - abbiamo sbagliato qualche occasione, potevamo fare meglio, dobbiamo accettarlo, non dobbiamo fasciarci la testa. Là andiamo per vincere, anche se festeggeranno loro. Dimentichiamoci l’andata. Se dovremo salutare i play off li saluteremo con l’orgoglio di chi ha giocato nel modo giusto. Il Pescara è squadra di grande qualità, costruita per vincere, la partita è stata giocata contro un avversario forte. Abbiamo preso gol su un’ingenuità, qualche palla importante non concretizzata. Non era una partita da 2-0. La partita poteva essere rimessa in piedi. Abbiamo giocato palle importanti, ma non abbiamo fatto gol. E' stata molto spezzata anche dal maltempo. Arbitraggio mediocre. Il pubblico è stato importante, ha tifato, oggi non è mancata voglia, determinazione da parte di nessuno, i tifosi non sono sciocchi, apprezzano l’impegno, oggi sono stati encomiabili. Mi spiace non avergli regalato il risultato.

"C’è amarezza perché l'andamento della partita non rispetta conteggio finale. Andiamo a giocarcela con grandissimo onore e coraggio poi chissà che nel calcio qualcosa succeda - aggiunge Teti - queste sono gare che si giocano sui nervi, con gli episodi, andiamo con la promessa di metterci tutto quello che abbiamo sempre cercato di dimostrare al nostro pubblico. La squadra ha degli argomenti per andare a Pescara e vincere la partita, io non sono un sognatore, sono concreto".

"In queste partite devi sbagliare poco, noi qualcosa abbiamo sbagliato, ora diventa una scalata quasi impossibile - afferma l'allenatore azzurro Baroni - ho detto ai ragazzi di andare a giocare per vincere, è una partita che ci siamo conquistati, dobbiamo crederci. Siamo stati poco precisi, mi spiace che nella partita più importante c’è mancata un po’ di decisione. Certe situazioni dovevano esser concretizzate meglio, il primo gol ci ha condizionato molto, la partita prima la stavamo gestendo molto bene. Lì abbiamo perso un po’, nel secondo tempo ha ripreso con veemenza, sono gare in cui ci vuole un episodio per riaprirle, adesso dobbiamo recuperare energie. È un risultato che ci compromette molto. Troest ha preso un cartellino un po’ gratuito, era il primo fallo, salterà il ritorno. Ringrazio il pubblico che ha capito che i ragazzi hanno dato tutto, nessuno ha dato meno di quello che poteva".

"E' una vittoria pesante, importante, ma non è ancora finita, nel calcio può succedere qualsiasi cosa, non sentiamoci già la vittoria. La squadra ha imparato a capire i momenti della partita - dice l'allenatore Oddo - non abbiamo fatto gli errori commessi durante il campionato contro il Novara. Siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista, è frutto del lavoro che fai in campo, ci siamo difesi bene, abbiamo sofferto soprattutto su palle inattive". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • Fontaneto D'Agogna, muore stroncato da un infarto mentre fa jogging

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

  • Come eliminare il calcare dal box doccia, sanitari, rubinetti e wc

  • Novara, intervento d'avanguardia alla Cardiologia dell'ospedale Maggiore

  • Incidente a Barengo: auto sbanda, si schianta contro il guard rail e si ribalta

Torna su
NovaraToday è in caricamento