Oleggio Magic Basket, panchina affidata a coach Passera

La panchina della prima squadra è stata nuovamente affidata a Franco Passera, già alla guida degli Squali dal 2016 al 2018

Franco Passera

E' Franco Passera il nuovo allenatore dell’Oleggio Magic Basket. La società sportiva ha infatti annunciato che la panchina della prima squadra è stata nuovamente affidata a coach Passera, già alla guida degli Squali dal 2016 al 2018.

Passera non si è mai allontanato dalla società, mettendosi a disposizione nell’ultimo anno e mezzo per fornire il suo contributo al settore giovanile. Coach che non ha bisogno di presentazioni per il suo valore tecnico e professionale, persona vera e fidata: la scelta più giusta per l’intero movimento biancorosso.

Le parole del presidente Mauro Giani: "Un Grazie a nome mio e della società innanzi tutto a Franco per aver accettato questa sfida sicuramente non facile. Si ritorna al passato per riprovare a costruire un nuovo percorso per la società che passa attraverso la prima squadra. Oltre alla crescita dei giovani atleti A lui affidiamo anche la crescita dello staff tecnico, per le sue innegabili doti di insegnante e
formatore; Franco è semplicemente uno di famiglia!".

"Quando un cambiamento avviene a stagione in corso la situazione è sempre traumatica - ha commentato coach Franco Passera - perché da un lato c’è la società che deve prendere una decisione e dall’altro unasquadra che la 'subisce', a maggior ragione quando viene meno un allenatore 'fatto in casa'. Dopo queste situazioni bisogna però voltare pagina: la società mi ha chiesto ancora una volta di intervenire e io lo faccio perché il presidente desidera che io dia una mano ai giocatori in questo momento di difficoltà per esperienza e gestione delle situazioni, e di far crescere un altro allenatore come Filippo Pastorello, che si prenderà numerose responsabilità. A lui si riaffianca anche Alessandro Mattea e di questo sono contento".

Quasi un intero girone di ritorno da disputare: "Partiamo in questo momento da una posizione di play out e - continua il coach - se non fossimo stati in questa situazione, non sarebbe servito il mio intervento. Dovremo cercare di essere molto collaborativi e arrivare a migliorarci, facendolo anche in fretta visto che i tempi tecnici sono stretti. Non ho una bacchetta magica come tutti gli altri e spero di capire velocemente quelle situazioni per noi attualmente difficili, perché se la squadra è a 8 punti significa che qualcosa non va. La squadra si è rivelata da subito collaborativa e questo è un presupposto positivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in montagna: novarese precipita e muore

  • Novara, controlli dei vigili nei negozi: sequestrate scarpe da ginnastica contraffatte

  • Festa fra studenti in un locale al Ticino si trasforma in una lite

  • Incidente in montagna, è Maurizio Bruschi il novarese precipitato durante un'escursione

  • Tragedia a Novara, si sente male al funerale del marito: morta 84enne

  • Arona, sul Lago Maggiore tornano le Frecce Tricolori

Torna su
NovaraToday è in caricamento