Due nuovi record di apnea nel Lago D'Orta: l'impresa di Livia e Emiliano

Livia Bregonzio e Emiliano Scaburri hanno stabilito due nuovi record di apnea dinamica lineare nelle gelide acque del lago

Emiliano e Livia sorridenti dopo il record

Che fossero due campioni già si sapeva: ora sono anche i detentori di due nuovi record.

A compiere la straordinaria impresa di percorrere oltre 118 metri sotto le acque del Lago D'Orta sono stati Livia Bregonzio e Emiliano Scaburri. Livia, castellettese, era già campionessa del mondo di apnea in vasca: il suo record in piscina è di 247,30 metri senza respirare. Emiliano invece, varesino, è il suo allenatore ed è anche lui un atleta nazionale élite di apnea dinamica indoor Fipsas. Domenica 21 a Orta San Giulio hanno deciso di mettere alla prova la propria preparazione, che è durata mesi, per battere il record italiano di apnea lineare in acque libere.

Sono così scesi a due metri di profondità nel gelido lago e hanno seguito il cavo guida per battere il precedente record di 104 metri. E ci sono riusciti: Livia ha percorso 118 metri in 2'40", Emiliano 118,96 in 2'28". I due atleti del Primo Club Lacustre Sommozzatori di Novara hanno conquistato un primato che li eleva nell'olimpo dell'apnea, una disciplina che è molto più di uno sport: è uno stile di vita, fatto di tanta preparazione, sia fisica che mentale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • Blocco del traffico a Novara, facciamo chiarezza: chi può circolare e chi no

  • I 5 migliori ristoranti sul Lago d'Orta

  • Fontaneto D'Agogna, muore stroncato da un infarto mentre fa jogging

  • Inquinamento a Novara: scatta il blocco del traffico, stop ai diesel Euro 4

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

Torna su
NovaraToday è in caricamento