homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

L'Avellino perde e i tifosi... fanno il coro ai bambini

Dopo la sconfitta i tifosi irpini si sono fermati a tifare per gli esordienti. "É un evento storico" commenta l'allenatore della San Giacomo. E la notizia fa il giro d'Europa

Foto di Roberto Pizzighello

Spesso i tifosi hanno una brutta nomea: violenti, razzisti, esagerati. Non sempre però è così, anzi: i tifosi dell'Avellino hanno dimostrato il grande cuore di chi il calcio lo ama davvero.

É sabato pomeriggio e al Piola il clima è grigio per l'Avellino: gli ospiti stanno perdendo per 4 a 1 contro il Novara. I tifosi arrivati a supporto della propria squadra escono dallo stadio scoraggiati, quando notano che nel campetto vicino si sta disputando un altro match: quello degli esordienti della San Giacomo.

É allora che scatta la magia: gli irpini decidono di avvicinarsi e seguire la partita. Incuranti del fatto che l'Avellino avesse appena perso, i tifosi decidono di saltare e cantare a squarciagola per quei bambini che, sicuramente, non scorderanno mai i 10 minuti più emozionanti della loro giovane carriera calcistica.

Addirittura i piccoli campioni vengono chiamati "sotto la curva" per salutare quei tifosi che hanno dimostrato che il calcio non è solo agonismo, ma anche (e soprattutto) cuore.

"Siamo stati partecipi di un evento storico - commenta emozionato l'allenatore della San Giacomo Roberto Pizzighello - All'inizio abbiamo visto avvicinarsi questi tifosi e, solo per un attimo, siamo stati un po' timorosi. Ma poi abbiamo capito: volevano solo fare il tifo per noi. Sono iniziati i cori e i ragazzi in campo (entrambe le formazioni erano della polisportiva San Giacomo) si sono sentiti in serie A. Grazie a questo clima meraviglioso hanno anche giocato benissimo: un bambino ha fatto uno splendido gol e gli irpini lo hanno chiamato sotto la curva. Allora abbiamo interrotto la partita per fare le foto e parlare con loro".

"Ora tutta l'Irpinia conosce Novara - prosegue Pizzighello - c'è stato una sorta di gemelleggio. Come società abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo anche per il sociale: proprio per questo regaleremo una magli ad un piccolo tifoso dell'Avellino, Matteo, che dovrà subire un intervento".

"Quando qualcuno ci chiede come è successo - conclude Pizzighello - mi piace rispondere con le parole del presidente della San Giacomo: non è successo nulla, stiamo solo cercando di ripulire il calcio".

La notizia, le foto e il video girato da uno dei papà presenti ha subito fatto il giro d'Italia, ma non solo: addirittura un giornale spagnolo ha riportato il bellissimo episodio.

12696076_10206863915933624_1951283919_n-2

L'allenatore Roberto Pizzighello

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Asili nido, da settembre le famiglie novaresi risparmieranno da 345 a 1500 euro

    • Cronaca

      Tenta il suicidio gettandosi nel Ticino: salvato da alcuni bagnanti

    • Cronaca

      Via Beltrami, bloccato in auto al passaggio a livello sfonda le sbarre

    • Cronaca

      Ladri fanno un incidente e poi rubano un'altra auto per proseguire la fuga

    I più letti della settimana

    • Il Novara Calcio edizione 2016/17 si presenta alla Città

    • A Cameri si corre per il Kenya

    • Oleggio Magic Basket: Remonti coach dell'Under 20

    • Oleggio Magic Basket: Brustia, Marchetto e Marotto in prima squadra

    Torna su
    NovaraToday è in caricamento