Verbano Cusio OssolaToday

Coronavirus, la Regione sospende l'attività del Punto nascite di Domodossola

L'assessore Icardi: "Abbiamo bisogno di tutte le risoste sanitarie e le attrezzature disponibili"

Foto di repertorio

"Lo stato emergenziale di questi giorni, ci costringe a sospendere temporaneamente l’attività del Punto nascite dell’ospedale San Biagio di Domodossola, per liberare risorse professionali e attrezzature sanitarie che in questi giorni sono essenziali per salvare vite umane messe a rischio dal contagio del coronavirus".

Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi, commentando la decisione dell’Unità di crisi della Regione Piemonte sulla sospensione del servizio di Punto nascite dell’ospedale di Domodossola.

Coronavirus, chiusi sette pronto soccorso in Piemonte

"Resteranno in servizio un’ostetrica e un ginecologo per le prime necessità - ha spiegato Icardi - per il resto utilizzeremo tutte le potenzialità a disposizione del reparto, finalizzandole alle necessità di cura dei contagiati. Ringrazio la direzione dell’Azienda sanitaria, il sindaco e la comunità locale, che hanno dimostrato grande senso civico, collaborando attivamente con l’Unità di crisi per trovare la soluzione necessaria".

"Considerato il drammatico momento, nonché la garanzia da parte dell’assessore regionale alla Sanità che appena superata la fase emergenziale verrà ripristinata la situazione attuale - ha commentato il sindaco di Domodossola Lucio Pizzi h- o ritenuto mio dovere concordare senza esitazione. Servono decisioni rapide e tutte le forze possibili devono essere concentrate prioritariamente a sconfiggere insieme l'epidemia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

  • "I malati di coronavirus potrebbero essere curati a casa, ma non ci sono i farmaci". Il racconto di un medico di base novarese

Torna su
NovaraToday è in caricamento