Verbano Cusio OssolaToday

Coronavirus: allestite le tende da campo davanti ai pronto soccorso di Verbania, Domodossola e Omegna

L'Asl Vco comunica inoltre che le strutture ospedaliere assicurano la piena operatività e che dal 25 febbraio saranno attive tre linee telefoniche dedicate

Foto di repertorio

Sono operative dalle 14 di oggi, lunedì 24 febbraio, le tende da campo installate davanti ai pronto soccorso degli ospedali di Verbania, Domodossola e Omegna.

La comunicazione arriva dall'Asl Vco, che in una nota stampa ha fatto sapere che "A seguito delle disposizioni organizzative del Coordinamento dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte nella giornata di ieri, domenica 23 febbraio, in collaborazione con il Coordinamento provinciale della Protezione Civile, sono state installate e allestite tre tende presso gli ospedali dell’Asl Vco e in particolare presso i Dea del Castelli e del San Biagio e preso il punto di primo intervento del Madonna del Popolo, per il pre-triage finalizzato ad assicurare un percorso protetto ai pazienti con sintomi e anamnesi positivi per malattia respiratoria/infettiva, tali presidi di triage sono operativi dalle ore 14 di oggi (lunedì 24 febbraio, ndr)".

"Dopo il pre-triage - spiegano dall'Asl Vco - accederanno ai locali Dea solo i pazienti, e non gli accompagnatori, salvo assoluta necessità di assistenza individuata dall’operatore di pre-triage. Questo consente di indirizzare pazienti potenzialmente a rischio di infezione respiratoria in aree di attesa e gestione sanitaria dedicate e diverse da quelle destinate a pazienti con altre patologie. Si sottolinea che le strutture ospedaliere dell’Asl Vco assicurano la piena operatività. E’ importante tuttavia sottolineare che i cittadini che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di famiglia, e solo in caso di reale urgenza il numero 112, e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso. In aggiunta a questi numeri il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Vco ha attivato con decorrenza da domani, martedì 25 febbraio, le linee telefoniche dedicate, a cui risponderà un medico, con le seguenti modalità: da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 17.30, ai seguenti numeri: zona Cusio 0323.868049; zona Verbano 0323.541746; zona Ossola 0324.491603. Nelle altre fasce orarie e giornate l’utente potrà contattare i centralini dell’Asl (0323.5411 - 0324.4911) chiedendo del medico reperibile del Dipartimento di Prevenzione. Tutte le attività degli ospedali (esami, visite, prericoveri, ricoveri) sono garantite con la raccomandazione di limitare il più possibile la presenza di accompagnatori, soprattutto se affetti da sintomi respiratori. Si invita ad utilizzare il più possibile la prenotazione telefonica (call-center 800.000500) o la prenotazione online per limitare l’afflusso agli sportelli".

"Per quanto riguarda l’accesso di visitatori ai reparti di degenza dei presidi ospedalieri - sottolineano dall'Asl - in ottemperanza all’ordinanza del Ministero della Salute e della Regione Piemonte, l’orario è stato ridotto alle fasce orarie 13-14 e 19-20, con la limitazione di un solo visitatore per paziente ricoverato che non abbia segni e sintomi di malattie respiratorie in atto e con l’invito a rimanere in reparto il minor tempo possibile. Il personale sanitario potrà allontanare le persone che non rispetteranno tali disposizioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutte le richieste di effettuazione di tamponi per la ricerca del Coronavirus - si legge infine nella nota dell'Asl - saranno vagliate dal Dipartimento di Prevenzione, in applicazione delle disposizioni nazionali e regionali. Nel caso l’esame venga giudicato appropriato, gli operatori dell’Asl effettueranno il prelievo al domicilio dell’assistito, pertanto i cittadini sono caldamente invitati a non recarsi presso i pronto soccorso o i servizi sanitari aziendali o dal proprio medico, ma telefonare ai numeri sopra indicati del Dipartimento di Prevenzione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento