Verbano Cusio OssolaToday

Mangiano funghi raccolti a bordo strada, tre persone intossicate in ospedale

I tre hanno raccolto i funghi in una strada in città

Alcuni esemplari di macrolepiota venenata, non commestibile

Credevano fossero commestibili, invece erano funghi velenosi.

Hanno rischiato parecchio tre persone che hanno raccolto funghi a bordo strada in centro a Verbania, in corso Nazioni Unite. I tre pensavano che i funghi raccolti fossero le cosiddette mazze di tamburo, i macrolepiota procera, mentre invece si trattava della variante velenosa, la macrolepiota venenata.

Dopo averli mangiati i tre hanno iniziato a sentirsi male, con forti dolori addominali, e si sono recati al pronto soccorso dell'ospedale Castelli, dove sono stati ricoverati e curati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si ricorda che è sempre importante che i funghi raccolti siano controllati dal servizio micologico, attivo in tutte le Asl. Inoltre è meglio non raccogliere funghi a bordo strada, poichè il loro tessuto si comporta come una spugna e assorbe i gas di scarico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento